in

6 trucchi intelligenti per evitare la stitichezza in viaggio

Cambiamenti nell’orario dei pasti, servizi igienici sconosciuti: ecco come pianificare una vacanza più confortevole ed evitare la stitichezza del viaggio.

Circa il 40% di noi soffre di stitichezza da viaggio.

Secondo il gastroenterologo del Connecticut Ed Levine , MD, una grande ragione ha a che fare con i cambiamenti nella tua routine. Orari dei pasti diversi, orari del sonno modificati o jet lag possono sconvolgere il ritmo circadiano del corpo e influenzare il processo digestivo. Un altro fattore è la cosiddetta “sindrome del gabinetto sicuro”: non essere in grado di rilassarsi abbastanza da usare un bagno sconosciuto. A seconda della gravità dei sintomi e della durata del viaggio, la stitichezza del viaggio può essere semplicemente fastidiosa o estremamente scomoda. Usa questi suggerimenti naturali per alleviare la stitichezza per tornare in pista. Assicurati di essere a conoscenza di questi altri motivi per cui potresti essere stitico oltre al viaggio.

Cammina quando ti svegli

L’esercizio aumenta la motilità del tratto gastrointestinale (GI) , afferma il dottor Levine. (Ecco perché il riposo a letto in ospedale provoca stitichezza: sei molto meno mobile del solito.) Fai una passeggiata mattutina per intrufolarti almeno un po ‘di attività mentre sei via, soprattutto se ti trovi su una spiaggia o un lago dove non c’è molte visite turistiche nel tuo itinerario.

Non sederti per lunghi tratti

Si è tentati di non fermarsi durante un viaggio in macchina di sei ore in modo da poter arrivare prima dove si sta andando. Ma lunghi periodi senza movimento possono mettere sotto stress le tue viscere. Il dottor Levine consiglia frequenti pit stop per sgranchirsi le gambe, bere acqua e darsi il tempo di usare il bagno se ne hai bisogno. Prova questi rimedi casalinghi naturali per alleviare la stitichezza .

Mangia i frutti di bosco a colazione

La fibra aiuta a combattere la stitichezza da viaggio ingrossando le feci, rendendo più facile muoversi attraverso il tratto gastrointestinale. Se ti stai concedendo pasti per le vacanze decadenti, è facile dimenticare di includerlo. Ma questo calo improvviso può intasarti, soprattutto se sei abituato a mangiare farina d’avena a colazione e insalate a pranzo. Impegnati a mangiare prodotti ad ogni pasto, più uno o due snack di frutta fresca, per mantenere un adeguato apporto di fibre. Il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases suggerisce di assumere da 25 a 31 grammi di fibre al giorno .

Trova una routine

Se normalmente fai colazione alle 7:30, ma aspetti fino alle 10:30 durante le vacanze, ti stai preparando per un attacco di stitichezza. “Il tuo stomaco si distende dopo i pasti, il che invia una risposta al colon per sbarazzarsi delle vecchie feci”, afferma il dottor Levine. Quindi un drastico cambiamento nella tua routine alimentare può far perdere il tuo solito programma di movimento intestinale. Andare a letto e svegliarsi il più vicino possibile agli orari che si fanno a casa può anche aiutare a mantenere il ritmo circadiano , che aiuta a regolare gli ormoni che svolgono un ruolo nella digestione.

Bevi

La disidratazione  è un fattore di rischio per la stitichezza, quindi assicurati di assumere più acqua del solito, soprattutto se viaggi in un luogo più caldo o più secco rispetto alle condizioni di casa. L’acqua aiuta anche le fibre ad essere più efficaci nel normalizzare i movimenti intestinali. Assicurati di evitare questi cibi che peggiorano la stitichezza durante il viaggio.

Programma le pause per il bagno

Ignorare la voglia di andare , ad esempio perché stai aspettando in fila o ti senti strano quando usi uno strano gabinetto, a volte può portare alla stitichezza. Se sai quando di solito hai bisogno di una pausa per il bagno, cerca di pianificare in anticipo per essere vicino a un luogo in cui ti senti più a tuo agio a fare una sosta ai box. Successivamente, leggi questi altri modi per evitare di ammalarti in vacanza .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

10 segni di un’ulcera che non dovresti mai ignorare

Reflusso acido vs bruciore di stomaco vs Gerd: qual è la differenza?