in

7 condizioni che potresti sbagliare per l’intolleranza al glutine

Incolpi il glutine per sentirsi gassoso, stanco o dolorante? Potresti trascurare un altro problema di salute con sintomi simili.

Cos’è l’intolleranza al glutine?

Con tutti i discorsi sulle diete prive di glutine, è facile attribuire mal di testa, stanchezza e problemi gastrointestinali al consumo di glutine: un insieme di proteine ​​simili alla colla che si trovano nei cereali. Una persona su 133 non può consumare glutine a causa della celiachia, una malattia autoimmune ereditaria, secondo l’Università di Chicago Celiac Disease Center. Ma solo una persona su 56 con sintomi correlati alla celiachia ne soffre effettivamente. È più probabile che i sintomi di intolleranza al glutine possano effettivamente essere il risultato di un’altra intolleranza alimentare o disturbo digestivo. Mentre alcuni scienziati hanno riconosciuto l’esistenza di una forma di intolleranza al glutine non celiaca, un tale disturbo non è stato ancora ampiamente accettato e persino lo scienziato che originariamente aveva proposto la sensibilità al glutine non può individuare una causa per la condizione, Forbes.com segnalato. Se pensi di avere una sensibilità al glutine, controlla le condizioni seguenti e parla con il tuo medico prima di iniziare a eliminare i carboidrati integrali dalla tua vita senza una buona ragione. Questi sono gli 11 sintomi più comuni della celiachia.

In primo luogo, considera di sottoporsi a test per escludere la celiachia

I sintomi della celiachia includono gas, gonfiore, perdita di peso e esaurimento, secondo WebMD. Se uno dei suoi clienti si lamenta di uno o più di questi, la dietista registrata di Chicago Renee Clerkin consiglia di fare un test ufficiale (se non ne hanno già completato uno). La risposta immunitaria al glutine nei pazienti celiaci produce anticorpi che danneggiano l’interno dell’intestino tenue, il che influisce sulla capacità del paziente di assorbire i nutrienti dal cibo e può influire sul rischio di gravi problemi di salute se non trattato. I pazienti ricevono un esame del sangue subito dopo aver mangiato glutine per rilevare questi anticorpi; un medico conferma una diagnosi con una biopsia per assicurarsi che gli anticorpi siano presenti. Se ti viene diagnosticata la celiachia, l’unico trattamento attuale è attenersi a una dieta completamente priva di glutine.

Allergia al grano

Se non hai la celiachia, potrebbe anche essere una buona idea fare il test per un’allergia al grano, che potrebbe causare un’ampia varietà di reazioni, tra cui infiammazione, mal di testa e diarrea, secondo la Mayo Clinic. Il glutine si trova spesso nel grano, ma è importante verificare se il tuo corpo potrebbe reagire a tutti i prodotti a base di grano, piuttosto che solo al glutine in essi contenuto. I medici lo fanno misurando i livelli di anticorpi IgE (immunoglobulina E) nel flusso sanguigno dopo il consumo di grano, che verrebbero rilasciati in caso di allergia. La dietista registrata di New York Tamara Duker Freuman afferma che le allergie al grano sono “estremamente rare”: si verificano in meno della metà per cento degli adulti.

Sensibilità FODMAP

Se hai confermato di non avere né celiachia né allergia al grano, i tuoi sintomi potrebbero essere dovuti a una sensibilità ad altri alimenti. Molto più comune dell’intolleranza al glutine è una reazione ai FODMAP: fruttosio, lattosio, fruttani, galattani e polioli. I FODMAPS, che si trovano nella frutta, nei latticini, nel grano, nei legumi e negli edulcoranti, sono tutti zuccheri o molecole correlate allo zucchero che il tuo corpo potrebbe avere difficoltà a digerire. Infatti, Freuman dice che molti dei suoi pazienti che hanno rimosso il glutine dalla loro dieta e si sono sentiti meglio hanno effettivamente sperimentato un’intolleranza al fruttano o un’intolleranza per alcuni tipi di carboidrati nel grano, nell’aglio e nella cipolla. Quando rimuovono il grano nel tentativo di tenere il glutine fuori dalla loro dieta, si sentono meglio, anche se non è affatto il glutine a causare il problema. Il test per l’intolleranza al fruttano e la sensibilità ad altri alimenti è più difficile. Sebbene tu possa essere in grado di eseguire un esame del sangue iniziale, gran parte del processo di restringimento degli alimenti a cui sei sensibile sarà per tentativi ed errori. Considera di eseguire questi passaggi per vederese un’intolleranza FODMAP potrebbe farti ammalare .

Morbo di Crohn

Come i pazienti celiaci, le persone con malattia di Crohn, una malattia autoimmune che causa l’infiammazione del rivestimento del tratto digerente, potrebbero sperimentare infiammazione, diarrea e perdita di peso, secondo Helen Rasmussen, istruttrice della Tufts University Friedman School of Nutrition Science e Politica. Se il tuo medico pensa che tu possa avere la malattia di Crohn, lui o lei completerà un esame del sangue, una colonscopia, un’endoscopia o una scansione dell’addome. Tuttavia, anche il Crohn è una malattia rara, che colpisce solo 58 su 100.000 individui sotto i 20 anni e 241 su ogni 100.000 adulti sopra i 20 anni, secondo uno studio pubblicato dagli scienziati dell’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill nella rivista Malattie e scienze digestive . Ecco 7 dolori di stomaco comuni e cosa significano .

Sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

È più probabile che tu abbia la sindrome dell’intestino irritabile, caratterizzata da gonfiore, gas, dolore addominale e diarrea, rispetto a quasi tutte queste altre condizioni. Secondo Freuman, l’IBS è estremamente comune: colpisce dal 10 al 20% della popolazione americana. L’IBS è di solito una condizione cronica che agisce quando le contrazioni muscolari nelle pareti dell’intestino che spostano il cibo dallo stomaco al retto sono più forti e durano più a lungo del solito, producendo gas anormali e diarrea. Se stai riscontrando sintomi di IBS, potrebbe essere il momento di consultare il tuo medico per apportare alcuni cambiamenti dietetici per eliminare cibi ad alto contenuto di gas e FODMAP, assumere farmaci o apportare altri cambiamenti allo stile di vita. Puoi anche provare questi suggerimenti per alleviare l’IBS in modo naturale .

Colite

Mentre il glutine provoca danni all’intestino tenue nelle persone celiache, la colite è un’infiammazione dell’intestino crasso o del colon. Come la celiachia, può causare dolore addominale, gonfiore e diarrea, ma è anche accompagnato da feci sanguinolente, disidratazione e febbre, secondo la US National Library of Medicine. Se hai dolore addominale e feci di colore scuro che persistono indipendentemente da ciò che mangi, un medico può eseguire una colonscopia o una TC o una risonanza magnetica dell’addome per verificare la presenza di colite.

malattia di Lyme

L’affaticamento, i dolori muscolari e il mal di testa associati alla celiachia potrebbero anche indicare la malattia di Lyme, una malattia infettiva trasmessa all’uomo principalmente dalle zecche. Segni che potrebbe essere Lyme e non un problema di glutine: la presenza di un’eruzione cutanea “a occhio di bue” che scompare dopo quattro settimane ed è seguita da sintomi di stanchezza, brividi, febbre e dolori. Se sospetti la malattia di Lyme, consulta subito un medico. Prima puoi ottenere un trattamento, meglio è. Non perdere questi suggerimenti per prevenire i morsi di zecca e la malattia di Lyme .

Fibrosi cistica

Quando pensi alla fibrosi cistica, probabilmente pensi ai sintomi respiratori, ma le difficoltà con i movimenti intestinali e la perdita di peso possono colpire anche i pazienti CF. La malattia genetica causa infezioni polmonari persistenti, rendendo difficile la respirazione. Secondo la Cystic Fibrosis Foundation, oltre il 75% delle persone affette da fibrosi cistica viene diagnosticato all’età di 2 anni, quindi se ce l’hai probabilmente hai problemi ai polmoni da un po ‘. Parla con il tuo medico se tu o un bambino che conosci potresti avere la malattia per conoscere le opzioni di trattamento.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

9 motivi inaspettati per cui sei gassoso

2 cose sorprendenti da fare a stomaco vuoto (e 3 assolutamente non dovresti)