in

La salute dell’apparato digerente del tuo bambino

Riflusso

I nuovi genitori sono spesso preoccupati per il contenuto del pannolino del loro bambino e per il fatto che stia tenendo giù il cibo o meno. Mentre tutti i bambini sputeranno o produrranno uno sgabello dall’aspetto strano di tanto in tanto, nella maggior parte dei casi non c’è nulla di cui preoccuparsi. Ma alcuni sintomi possono indicare problemi. Ecco lo scoop sui comuni problemi digestivi che tuo figlio potrebbe incontrare e cosa puoi fare al riguardo.

Lo svuotamento dello stomaco del bambino non è ancora coordinato. A volte occorrono settimane prima che il normale schema di compressione dello stomaco entri in ritmo. Fino a quando ciò non accade, il latte può rimanere nello stomaco più a lungo del normale e poi risalire. Questo si chiama reflusso.

La maggior parte dei casi di reflusso scompare quando il bambino ha tra i 4 ei 12 mesi. Tuttavia, i seguenti sintomi possono indicare che tuo figlio ha problemi:

  • Scarsa alimentazione: il reflusso può causare bruciore e irritazione dell’esofago (chiamato anche bruciore di stomaco) che fa perdere l’appetito al bambino e diventa irritabile. I bambini con questi sintomi spesso si inarcano e si staccano il capezzolo subito dopo aver iniziato a poppare.
  • Singhiozzo frequente: è normale che tutti i bambini abbiano il singhiozzo, ma i bambini con reflusso lo fanno spesso. Ciò è causato dall’aria in più nel suo stomaco e dagli spasmi del suo esofago irritato dal reflusso acido dello stomaco.
  • Congestione e problemi respiratori: il reflusso acido cronico può irritare le vie aeree superiori, causando la tosse, il respiro sibilante e la congestione del bambino. Questi sintomi tendono a peggiorare di notte, quando il bambino è disteso.

Se il tuo bambino mostra uno dei sintomi di cui sopra, il suo pediatra può raccomandare di trattarla con i farmaci. In caso contrario, si può aiutare molto le questioni di eruttazione bambino spesso (dopo ogni oncia di formula o dopo ogni paio di minuti di allattamento al seno) e tenerla in posizione verticale per 20 minuti dopo ogni poppata.

vomito

La causa più comune di vomito nei bambini è un’infezione del tratto intestinale causata da qualsiasi virus che si trova in giro. La malattia di solito inizia con un improvviso attacco di vomito, spesso con febbre o diarrea (non necessariamente in quest’ordine). La maggior parte delle infezioni fa il suo corso in due o tre giorni, anche se la pancia di un bambino spesso non è in grado di reprimere il tabacco per i giorni successivi.

Il più grande rischio coinvolto con questi virus è la disidratazione. Le bandiere rosse che indicano che il tuo bambino si disidrata sono un calo del numero normale di pannolini bagnati e una carenza di saliva. Se il vostro bambino non avrà – o non riesce a tenere basso – il latte materno o formula , il suo offrono un cucchiaio di una soluzione elettrolitica, come Pedialyte o Rehydralyte ogni 15 minuti o giù di lì. Chiama il tuo pediatra se sta vomitando la soluzione.

In rari casi, il vomito durante l’infanzia può indicare che il bambino è nato o ha sviluppato una malformazione del tratto digestivo. Una condizione comune è chiamata stenosi pilorica, che si verifica quando il muscolo all’uscita dello stomaco si ispessisce, impedendo al latte di attraversarlo. Nessuno sa cosa lo causi, ma di solito si manifesta nei bambini tra le 3 e le 5 settimane di età. Il segno rivelatore della stenosi pilorica è il vomito proiettile – vomito abbastanza forte da sparare attraverso la stanza. Se al tuo bambino viene diagnosticata una stenosi pilorica, di solito da un’ecografia, avrà bisogno di un’operazione per aprire il blocco all’uscita dello stomaco.

Diarrea

Un’altra grande preoccupazione per i genitori è la diarrea. Definire esattamente cosa costituisce la diarrea è difficile; probabilmente è meglio pensarlo come un movimento intestinale significativamente più frequente e acquoso del solito.

La diarrea nei bambini è solitamente causata da un virus. Un tipo, il rotavirus, è responsabile della maggior parte dei casi di diarrea nei bambini. Il rotavirus di solito si manifesta durante l’inverno nei bambini tra i 6 ei 24 mesi. Una volta che il rotavirus ha preso piede, l’unica cosa che puoi fare è assicurarti che il bambino rimanga idratato. Il tuo pediatra dovrebbe eseguire un test sulle feci del bambino per fare una diagnosi definitiva.

Se il tuo bambino ha la diarrea che non scompare per più di due o tre settimane e non ha febbre o sintomi di raffreddore, potrebbe avere un’allergia al latte. Oltre alle feci acquose, i bambini allergici possono avere coliche, soffrire di crampi quando hanno movimenti intestinali, hanno piccole quantità di sangue e muco nelle feci e sviluppano un’eruzione cutanea. La maggior parte dei bambini allergici migliora con una formula ipoallergenica come Nutramigen o Alimentum.

Stipsi

La stitichezza, o feci dure, è un problema comune, soprattutto dopo che un bambino inizia a mangiare i cereali. Se noti che le feci di tuo figlio sono sode e secche, o ha difficoltà a passarle, prova a tagliare i cereali di riso per un giorno o due per vedere se funziona.

Un altro momento comune in cui i bambini sviluppano la stitichezza è intorno al loro primo compleanno. Non è un caso che questo sia anche il momento in cui la maggior parte dei genitori inizia a dare ai bambini il latte intero. Troppo latte può portare a feci appiccicose e argillose che rappresentano un vero problema per alcuni bambini piccoli. Se sospetti che il latte sia il colpevole, prova a limitare l’assunzione di tuo figlio a 16 once al giorno.

Iniziare con cibi solidi

Una volta che il tuo bambino inizia il cibo solido, noterai tutti i tipi di cambiamenti nelle sue feci. Anche se questo può sembrare allarmante, è del tutto normale. Osserva le seguenti differenze nel pannolino del tuo bambino:

  • Frequenza: l’andamento della cacca del tuo bambino può cambiare temporaneamente la prima volta che gli dai determinati alimenti. Ad esempio, le banane e i cereali di riso causano meno feci in alcuni bambini e la frutta può causare un aumento dei pannolini sporchi.
  • Odore: le feci ricevono il loro cattivo odore dai batteri che vivono e crescono nel colon e costituiscono la maggior parte delle feci di un bambino. Man mano che nuovi zuccheri si fanno strada nel colon, diversi tipi di batteri crescono e prosperano. Il risultato può essere un odore sgradevole.
  • Colore: lo sgabello del tuo bambino può assumere colori divertenti a seconda di ciò che mangia. Carote e zucca possono apparire gialle nel pannolino. I succhi colorati artificialmente possono creare una spaventosa somiglianza con il sangue e le verdure verde scuro sono note per causare feci molto scure. Con poche eccezioni, questi cambiamenti non sono nulla di cui preoccuparsi. Ma se noti feci nere o rosse che non puoi collegare a nessun cibo, informa il tuo pediatra.
  • Consistenza: la consistenza delle feci del tuo bambino cambierà a seconda di ciò che mangia. Possono variare da duri o sodi a sciolti e viscidi. Ma fai attenzione alle feci acquose che si immergono nel pannolino, il che potrebbe significare che il tuo bambino è malato o ha un’allergia alimentare. Inoltre, anche se potresti vedere del muco nelle sue feci quando mangia determinati frutti, come le banane, molti di esso possono indicare un colon irritato, indicando anche una reazione alimentare.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

9 tè che possono migliorare la digestione

Tutto sulla cacca