in

Tutto sulla cacca

Il contenuto del pannolino del bambino diventerà la tua nuova ossessione. Ma come fai a sapere cosa è normale e cosa non lo è?

Lo scoop sulla cacca

Quando ero incinta, io e mio marito ci siamo giurati che non saremmo stati il ​​tipo di genitori che parlavano di cacca. Come tante buone intenzioni, quella, scusate il gioco di parole, è andata rapidamente nel cesso. Tre anni e due figli dopo, posso dire onestamente che parliamo più dei BM delle nostre figlie che di film, libri o politica.

Con mio grande sollievo, non siamo stranamente ossessivi, dicono gli esperti. Dopotutto, la maggior parte di noi è cresciuta con l’idea, presumibilmente da nostra madre, che un programma regolare di cacca è un segno di un corpo sano che sta ricevendo il giusto carburante. Si scopre che la mamma aveva ragione. “Per le mamme che allattano che non possono misurare cosa sta mangiando il loro bambino, la cacca è uno degli unici indizi. Quello che entra è quello che esce”, afferma Ari Brown, MD, pediatra e coautore di Baby 411: Clear Answers & Smart Consigli per il primo anno del tuo bambino (Windsor Peak).

Ma c’è una ragione ancora migliore per essere ossessionati dalla cacca del bambino: se sei un principiante appena nato , i colori e le trame, per non parlare della frequenza, possono davvero farti impazzire (chi sapeva che la cacca poteva essere arancione brillante?). Passerai molte ore di veglia a guardarlo e a ripulirlo, quindi potresti anche ottenere i fatti su cosa è normale e cosa non lo è.

Dissezione del contenuto del pannolino

Le sorprese iniziano con il primo cambio di pannolino del tuo bambino. Quando togli quel piccolo pannolino carino, ti troverai di fronte a qualcosa che sembra catrame nero-verdastro appiccicoso. Questo è il primo movimento intestinale del tuo bambino, noto come meconio, una miscela di liquido amniotico, bile e secrezioni delle ghiandole intestinali.

Passerà nelle prime 24 ore e, pochi giorni dopo, arriverà la roba vera. “Non aspettarti che la cacca infantile assomigli alla tua”, avverte il dottor Brown. “Se allatti al seno , probabilmente sembrerà squallido e simile alla senape, e se allatti con il biberon, aspettati qualcosa di più verdastro con la consistenza del dentifricio”, spiega.

Qualsiasi variazione sui colori giallo, verde o marrone è normale. “Gli unici colori che giustificano una chiamata al medico sono il rosso e il nero, che potrebbero indicare sanguinamento gastrointestinale, e il bianco, che potrebbe rappresentare malattie del fegato e/o malassorbimento dei nutrienti”, afferma Nanci Pittman, MD, gastroenterologo pediatrico e assistente professore di pediatria presso la Mount Sinai School of Medicine di New York City. E dal momento che il tuo bambino segue una dieta completamente liquida, le feci morbide e morbide saranno la norma per un po’.

Per la maggior parte dei nuovi genitori, la frequenza del BM è un’altra fissazione. Ricordo di aver cercato di calmare un’amica che era allarmata dal fatto che il suo bambino non avesse versato il pannolino per quattro giorni. Nel frattempo, mia figlia sembrava andare ogni ora ogni ora per i primi mesi. Entrambi gli estremi sono perfettamente a posto. “Per un bambino allattato al seno, può essere normale avere un solo movimento intestinale a settimana”, afferma il dott. Pittman. “Può anche essere normale avere fino a un movimento intestinale con ogni poppata”.

I bambini allattati con il biberon tendono in media da uno a quattro al giorno. I medici sottolineano che la cosa più importante da tenere d’occhio è la consistenza delle feci, non necessariamente la frequenza. Se il tuo bambino sembra a disagio e sta riempiendo il pannolino con qualcosa che è più denso del dentifricio o che assomiglia a tronchi o biglie, allora è probabilmente stitico.

Questo problema si verifica per diversi motivi. Nei bambini di età inferiore ai 4 mesi, di solito è perché il bambino non assume abbastanza liquidi, quindi rimedia alla situazione incoraggiandolo a bere più latte materno o artificiale . Alcuni medici consigliano di somministrare al bambino un po’ di acqua zuccherata, poiché le sostanze zuccherine possono aiutare ad ammorbidire le feci.

Nei bambini piccoli, il colpevole della stitichezza può essere un interesse fluttuante per il cibo. Il medico potrebbe consigliarle di darle qualche cucchiaino di succo di prugna o acqua. Se si sta sforzando senza risultati, il dottor Brown consiglia di inserire un termometro rettale per un minuto, che stimolerà l’intestino a muoversi. I pediatri possono anche raccomandare una supposta per spostare le cose.

Dall’altra parte della scala, se la cacca del bambino diventa sottile, acquosa o striata di muco e lei fa la cacca molto più spesso del solito, probabilmente ha la diarrea. Questo può essere causato da antibiotici; troppo succo di frutta; allergie al latte (che sono piuttosto rare); o gastroenterite, una malattia virale che provoca vomito e diarrea.

Se il tuo bambino ha feci molli, “è importante mantenerlo idratato con latte materno, formula o soluzioni elettrolitiche pediatriche”, spiega il dott. Pittman. Ma se noti segni di disidratazione, come labbra secche, occhi infossati o fontanelle infossate (i punti molli sulla testa del bambino), chiama immediatamente il medico.

Interruttori solidi

Una volta che il tuo bambino inizia a mangiare cibi solidi (di solito tra i 4 ei 6 mesi), la sua cacca e il suo programma di cacca inizieranno a cambiare. Andrà meno frequentemente e le feci stesse diventeranno più spesse nella consistenza.

Poiché il primo cibo del bambino è di solito cereali di riso fortificati con ferro, potresti notare un po’ di stitichezza: il riso e il ferro sono noti per sostenere le cose, per così dire. In tal caso, puoi passare alla farina d’avena per bambini fortificata con ferro o limitare l’assunzione di cereali di riso a una volta al giorno e aggiungere un po’ di purea di prugne.

Ma consistenza e frequenza non sono le uniche sorprese per i pannolini. Dorre Kleinman, di Brooklyn, New York, una mattina ha aperto il pannolino del suo bambino di 8 mesi ed è rimasta scioccata. “La cacca di Sasha era a strisce arancioni, verdi e blu, quasi come una sciarpa”, dice.

“Sarei andato nel panico, ma poi mi sono ricordato che aveva mangiato patate dolci, piselli e un bel po’ di mirtilli schiacciati per cena la sera prima”. Quando i bambini iniziano i solidi, la cacca Technicolor è molto comune e nulla di cui preoccuparsi; se il tuo bambino ha un debole per lo yogurt Blue’s Clues, aspettati tonalità ancora più strane.

Uno shock ancora più grande è quando il mais che hai dato da mangiare al bambino per cena arriva diverse ore dopo – intero e intatto – nel suo pannolino. “Alcuni cibi passeranno non digeriti. Questo è normale, poiché i bambini non masticano bene il cibo e tendono a elaborare rapidamente il cibo attraverso il tratto digestivo”, spiega il dott. Pittman.

Dal primo compleanno del tuo bambino, quando sta mangiando una gamma più ampia di cibi solidi , la cacca inizia a cambiare di nuovo il suo stile. Potresti notare che l’odore, il colore e la consistenza delle feci variano durante il giorno, a seconda di ciò che il bambino ha mangiato, afferma il dott. Brown. In generale, inizierà a diventare più marrone e denso e assomiglierà più a cacca adulta.

Un avvertimento: ora che il tuo bambino non fa la cacca così spesso come quando era appena nato , probabilmente stai cambiando i pannolini meno frequentemente. È fantastico per la tua sanità mentale, ma non così buono per la pancia di tuo figlio. L’esposizione prolungata a un pannolino bagnato pieno di cacca piena di batteri può causare dermatite da pannolino . “È una buona idea cambiare i pannolini dopo i pasti e prima del pisolino o prima di coricarsi per evitare che l’area del pannolino sia cronicamente umida”, afferma il dott. Brown.

Bagno o campo di battaglia?

Aspetta: l’infanzia è piena di altre sorprese di cacca, alcune delle quali positive. Man mano che i bambini diventano più consapevoli del loro corpo, diventeranno più in sintonia con il fatto che devono andare.

Un bambino che era solito gettare il pannolino nel bel mezzo dei blocchi di gioco senza perdere un colpo può iniziare a nascondersi nell’angolo quando ha bisogno di andare; un’altra potrebbe farti sapere che ha fatto la cacca e chiederti un cambio veloce. Questo desiderio di privacy e un pannolino fresco sono i primi segni che lui o lei è pronto per l’ addestramento al vasino , quindi voi due potreste voler andare al negozio e scegliere un vasino insieme.

Ma quando si tratta di usare il vasino, tuo figlio potrebbe avvicinarsi alla cacca in modo diverso rispetto alla pipì. Molti bambini padroneggiano il controllo del numero uno più velocemente del numero due. Puoi aiutare il tuo bambino ad affrontare questa parte del vasino cercando segnali BM, come grugnire o diventare rosso in faccia, e conducendolo al vasino in modo che possa fare i suoi affari lì. Alla fine, lei avrà l’idea.

Un altro grande cambiamento è quando la cacca passa da una funzione corporea a un campo di battaglia emotivo. Quando mia figlia maggiore, Bellamy, aveva 2 anni e mezzo, abbiamo notato che passava giorni senza fare la cacca e poi andava in giro facendo una smorfia di dolore.

Uno specialista gastrointestinale pediatrico ha spiegato che è molto comune per i bambini piccoli trattenere la loro cacca. “Può essere parte di una battaglia per il controllo”, afferma Deirdre Donaldson, PhD, direttore dei servizi psichiatrici pediatrici presso il May Institute di Norwood, nel Massachusetts. “Alcuni bambini scelgono le loro battaglie con il mangiare e altri con l’andare in bagno”, dice Donaldson.

Il problema è che, una volta che il bambino lo tiene dentro per un po’, fa partire un effetto palla di neve. “Il colon assorbe l’acqua dalle feci, quindi più a lungo il bambino si astiene dall’andare, più grandi e dure diventano le feci”, spiega il dott. Pittman. Allora tuo figlio potrebbe avere paura di andare per paura che sia doloroso.

Metti fine a questo ciclo aggiungendo fibre alla dieta del tuo bambino. “Anche un programma regolare del bagno aiuta”, afferma Donaldson. “Fai sedere tuo figlio sul vasino alla stessa ora ogni giorno. Alla fine, capirà cosa dovrebbe succedere dopo. E grazie ad alcuni buoni consigli e un sacco di fibre, le guerre di cacca stanno finalmente arrivando alla fine nella mia famiglia C’è solo un aspetto negativo: di cosa parleremo io e mio marito adesso?

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

La salute dell’apparato digerente del tuo bambino

Lo yoga può aiutare la digestione? 9 pose da provare