in

Mangiare stando in piedi fa male?

Le tendenze del mangiare in piedi, seduti e sdraiati hanno avuto tutti i loro momenti sotto i riflettori.

Ad esempio, mangiare sdraiati era particolarmente di moda nell’antica Roma e in Grecia. Da allora, sedersi a mangiare è diventata la postura più incoraggiata.

Più di recente, alcune persone hanno iniziato a stare in piedi mentre mangiano, sia per risparmiare tempo che per contrastare un lavoro d’ufficio sedentario. Tuttavia, altri insistono sul fatto che stare in piedi mentre si mangia può essere dannoso per la digestione e portare a mangiare troppo.

Questo articolo indaga gli effetti del mangiare stando in piedi e se è dannoso.

L’effetto della tua postura sulla digestione

La postura che adotti mentre mangi può influenzare la tua capacità di digerire il cibo.

Questo perché il cibo si svuota dallo stomaco più lentamente quando una persona è seduta o sdraiata, rispetto a quando è in piedi. I motivi esatti per cui non sono completamente noti, ma la gravità sembra svolgere un ruolo (1Fonte attendibile2Fonte attendibile).

Uno studio ha confrontato le velocità di digestione delle donne che si sono sedute o si sono sdraiate subito dopo un pasto. Le donne che si sono sdraiate hanno impiegato circa 22 minuti in più per digerire il cibo, rispetto a quelle sedute (1Fonte attendibile).

Un altro studio ha confrontato le velocità di digestione in individui che si sono sdraiati, seduti, in piedi o si sono mossi dopo un pasto seduti.

Coloro che si sono sdraiati dopo aver mangiato hanno impiegato il 54-102% in più a digerire il cibo, rispetto agli altri tre gruppi. D’altra parte, quelli che si alzavano e si muovevano digerivano il cibo più velocemente.

I ricercatori hanno anche confrontato direttamente gli effetti dello stare in piedi e seduti dopo un pasto. Coloro che stavano in piedi digerivano il cibo leggermente più velocemente. Tuttavia, la differenza di cinque minuti era troppo piccola per essere considerata significativa (2Fonte attendibile).

Non è stato possibile trovare studi che confrontino le velocità di digestione delle persone sedute o in piedi mentre mangiavano.

Tuttavia, i pasti seduti negli studi di cui sopra sono stati spesso consumati molto rapidamente, quindi ci si poteva aspettare tempi di digestione del cibo simili per stare in piedi.

RIEPILOGO:La tua postura può influenzare la velocità con cui digerisci il cibo. La digestione è più lenta quando sei sdraiato e più veloce quando sei in piedi e ti muovi. Tuttavia, sembra esserci poca differenza tra sedersi e stare in piedi subito dopo un pasto.

Stare in piedi può portarti a mangiare troppo

Alcune persone credono che stare in piedi mentre si mangia possa aiutare a perdere più peso che stare seduti mentre si mangia. Tuttavia, può essere vero il contrario.

Anche se stare in piedi può bruciare circa 50 calorie in più all’ora rispetto allo stare seduti, questo non è necessariamente sufficiente per fare la differenza nel tempo.

Questo perché la maggior parte delle persone consuma i pasti in tempi relativamente brevi. Quindi, nel migliore dei casi, consumare un pasto in piedi può aiutarti a bruciare circa 12-25 calorie in più.

Al contrario, sedersi per un pasto ha maggiori probabilità di ridurre la velocità con cui si mangia, riducendo potenzialmente il numero di calorie consumate in misura ancora maggiore.

Diversi studi dimostrano che mangiare più lentamente può ridurre l’appetito e aumentare la sensazione di pienezza, entrambi i quali possono ridurre il numero totale di calorie consumate durante un pasto. Ciò può comportare fino a 88 calorie in meno assunte per pasto (3Fonte attendibile4Fonte attendibile5Fonte attendibile).

Sedersi per un pasto può anche aiutare il tuo cervello a registrare che hai consumato un “vero pasto”, riducendo la probabilità che mangerai troppo durante il pasto successivo (6Fonte attendibile).

RIEPILOGO:Mangiare stando in piedi può aumentare la velocità con cui mangi, il che potrebbe farti mangiare troppo e consumare più calorie. Le poche calorie in più che brucerai stando in piedi probabilmente non saranno sufficienti per compensare.

Potrebbe farti sentire affamato

Il tuo corpo ha diversi modi per determinare se sei affamato o sazio.

Uno di questi è il rilevamento della quantità di cibo presente nello stomaco. Il grado in cui il tuo stomaco si allunga dopo un pasto può far sapere al tuo cervello se hai mangiato abbastanza (7Fonte attendibile).

Più il tuo stomaco si allunga e più a lungo rimane pieno, meno è probabile che tu abbia fame. Ecco perché gli alimenti che vengono digeriti rapidamente, come i carboidrati trasformati , tendono a farti sentire più affamato di quelli che richiedono più tempo per essere digeriti, come fibre e proteine ​​( 8 ,9Fonte attendibile).

Anche se non c’è molta differenza nella velocità della digestione tra il mangiare da seduti o in piedi, la differenza diventa significativa quando si tiene conto del movimento.

Muoversi subito dopo aver mangiato fa svuotare lo stomaco e l’intestino digerisce i cibi fino al 30% più velocemente (2Fonte attendibile).

La ricerca ha collegato un più rapido svuotamento dello stomaco a un aumento della sensazione di fame dopo un pasto. Pertanto, coloro che si alzano e camminano mentre mangiano possono sentirsi più affamati dopo un pasto di quelli che semplicemente stanno fermi o si siedono (10Fonte attendibile).

RIEPILOGO:Mangiare stando in piedi potrebbe non farti sentire più affamato. Tuttavia, mangiare stando in piedi e muoversi può farti sentire più affamato dopo un pasto di quanto avresti sentito altrimenti.

NEWSLETTER DELLA LINEA SANITARIA
Ricevi la nostra e-mail quotidiana sulla nutrizione

Per aiutarti a creare il tuo miglior piano alimentare, ti invieremo una guida esperta e basata su prove sulla nutrizione e sulla perdita di peso.

Può aiutare a ridurre il reflusso e il bruciore di stomaco

Il reflusso gastrico si verifica quando il contenuto dello stomaco risale nell’esofago. Questo può portare a una sensazione di bruciore al centro del petto, comunemente riconosciuta come bruciore di stomaco.

Alle persone con reflusso viene spesso consigliato di stare in posizione eretta ed evitare di sdraiarsi o sdraiarsi mentre mangiano, così come per diverse ore dopo un pasto ( 11 ,12Fonte attendibile).

Questo perché sdraiarsi o sdraiarsi aumenta la pressione nello stomaco, rendendo più probabile che il cibo venga spinto di nuovo nell’esofago.

Il reflusso è anche più probabile che si verifichi quando c’è troppo cibo nello stomaco. Ciò esercita una pressione sulla valvola che separa l’esofago dallo stomaco, aumentando la probabilità che il contenuto dello stomaco ritorni verso l’alto (13Fonte attendibile).

È interessante notare che mangiare stando seduti o in piedi può ridurre la pressione nello stomaco, riducendo la probabilità di reflusso.

Inoltre, mangiare stando in piedi e muoversi, come durante un pasto a piedi, può aiutare il cibo a uscire più rapidamente dallo stomaco, riducendo ulteriormente la probabilità di reflusso e bruciore di stomaco (2Fonte attendibile).

RIEPILOGO:Gli individui con reflusso o bruciore di stomaco possono trarre beneficio dallo stare in piedi mentre mangiano. Inoltre, alzarsi in piedi e camminare durante un pasto può accelerare la digestione, riducendo ulteriormente la probabilità di reflusso e bruciore di stomaco.

Può causare gonfiore

In alcuni casi, mangiare stando in piedi può impedire una corretta digestione.

Chiunque può provare gas e gonfiore a causa dei carboidrati non digeriti. Tuttavia, è particolarmente probabile che due gruppi di persone sperimentino tali disagi: coloro che sono intolleranti al lattosio o sensibili ai FODMAP. I FODMAP sono un gruppo di alimenti che possono causare gas (16Fonte attendibile).

Le persone che mangiano velocemente o camminano durante o subito dopo aver mangiato possono digerire i loro pasti fino al 30% più velocemente. Ciò può aumentare la probabilità di cattiva digestione dei carboidrati, gas e gonfiore.

RIEPILOGO:Mangiare stando in piedi può aumentare il gas e il gonfiore influenzando la velocità di alimentazione e l’assorbimento dei nutrienti.

Mangiare seduti può favorire la consapevolezza

La consapevolezza dovrebbe essere una parte importante di ogni pasto.

La ricerca mostra che praticare la consapevolezza durante i pasti può aiutarti a provare più piacere mentre mangi e ridurre la probabilità di mangiare troppo (17Fonte attendibile).

Il mangiare consapevole richiede che tu concentri tutti i tuoi sensi sull’esperienza del mangiare. Questo va di pari passo con il mangiare più lentamente e prendersi il tempo per godersi il pasto.

Stare in piedi non significa necessariamente che non puoi esercitare la consapevolezza mentre mangi. Tuttavia, mangiare velocemente mentre si sta in piedi al bancone tra una riunione e l’altra può rendere più difficile mangiare in modo consapevole.

Se trovi che questo tende a essere il tipo di cibo che fai stando in piedi, potrebbe essere meglio sedersi e godersi il pasto lentamente, lontano dal telefono, dal computer, dalla TV e da altre distrazioni.

RIEPILOGO:Stare in piedi mentre si mangia può rendere più difficile praticare un’alimentazione consapevole. Prova invece a sederti, allontanandoti dalle distrazioni e concentrando tutti i tuoi sensi sul pasto.

La linea di fondo

Mangiare stando in piedi può renderti più incline a mangiare troppo, a diventare più affamato più velocemente o a sentirti gonfio e pieno di gas.

Tuttavia, ci sono poche prove a sostegno dell’idea che mangiare stando in piedi sia dannoso. In effetti, mangiare stando in piedi può essere utile per ridurre il reflusso e il bruciore di stomaco.

Questo non vuol dire che mangiare stando in piedi sia necessariamente più vantaggioso che mangiare in una corretta posizione seduta.

Finché puoi rallentare e mangiare consapevolmente, se mangi seduto o in piedi sembra avere poca importanza.

Ciò è in parte dovuto al fatto che mangiare stando in piedi può indurre alcune persone a mangiare più velocemente. Ciò potrebbe aumentare la quantità di aria ingerita durante un pasto, potenzialmente peggiorando gas e gonfiore (14Fonte attendibile).

Inoltre, più la posizione del corpo è eretta, più rapida è la digestione (2Fonte attendibile).

Una digestione più rapida può essere problematica perché consente meno tempo ai nutrienti di entrare in contatto con la parete intestinale, rendendo più difficile l’assorbimento da parte del corpo (1Fonte attendibile15Fonte attendibile).

Quando i carboidrati sono mal digeriti, tendono a fermentare nell’intestino, causando gas e gonfiore.

Chiunque può provare gas e gonfiore a causa dei carboidrati non digeriti. Tuttavia, è particolarmente probabile che due gruppi di persone sperimentino tali disagi: coloro che sono intolleranti al lattosio o sensibili ai FODMAP. I FODMAP sono un gruppo di alimenti che possono causare gas (16Fonte attendibile).

Le persone che mangiano velocemente o camminano durante o subito dopo aver mangiato possono digerire i loro pasti fino al 30% più velocemente. Ciò può aumentare la probabilità di cattiva digestione dei carboidrati, gas e gonfiore.

RIEPILOGO:Mangiare stando in piedi può aumentare il gas e il gonfiore influenzando la velocità di alimentazione e l’assorbimento dei nutrienti.

Mangiare seduti può favorire la consapevolezza

La consapevolezza dovrebbe essere una parte importante di ogni pasto.

La ricerca mostra che praticare la consapevolezza durante i pasti può aiutarti a provare più piacere mentre mangi e ridurre la probabilità di mangiare troppo (17Fonte attendibile).

Il mangiare consapevole richiede che tu concentri tutti i tuoi sensi sull’esperienza del mangiare. Questo va di pari passo con il mangiare più lentamente e prendersi il tempo per godersi il pasto.

Stare in piedi non significa necessariamente che non puoi esercitare la consapevolezza mentre mangi. Tuttavia, mangiare velocemente mentre si sta in piedi al bancone tra una riunione e l’altra può rendere più difficile mangiare in modo consapevole.

Se trovi che questo tende a essere il tipo di cibo che fai stando in piedi, potrebbe essere meglio sedersi e godersi il pasto lentamente, lontano dal telefono, dal computer, dalla TV e da altre distrazioni.

RIEPILOGO:Stare in piedi mentre si mangia può rendere più difficile praticare un’alimentazione consapevole. Prova invece a sederti, allontanandoti dalle distrazioni e concentrando tutti i tuoi sensi sul pasto.

La linea di fondo

Mangiare stando in piedi può renderti più incline a mangiare troppo, a diventare più affamato più velocemente o a sentirti gonfio e pieno di gas.

Tuttavia, ci sono poche prove a sostegno dell’idea che mangiare stando in piedi sia dannoso. In effetti, mangiare stando in piedi può essere utile per ridurre il reflusso e il bruciore di stomaco.

Questo non vuol dire che mangiare stando in piedi sia necessariamente più vantaggioso che mangiare in una corretta posizione seduta.

Finché puoi rallentare e mangiare consapevolmente, se mangi seduto o in piedi sembra avere poca importanza.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

La fibra allevia o causa stitichezza? Uno sguardo critico

Bere liquidi ai pasti: fa bene o fa male?