in

Sì, la chetodiarrea è una cosa: come la dieta popolare può disturbare la digestione

Sì, la dieta popolare può portare ad alcuni sfortunati sintomi gastrointestinali.

Una dieta keto si concentra su verdure, proteine ​​e pochi carboidrati. Foto: Getty Images

Lo scorso anno, la dieta chetogenica ha fatto notizia come un modo estremamente rapido ed efficace per perdere peso.

Il piano alimentare a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi, che consiste in meno del 5% di carboidrati, 10-30% di proteine ​​e 65-90% di grassi, funziona mandando il tuo corpo in chetosi, lo stato metabolico in cui invece si bruciano i grassi di glucosio per l’energia.

Ha aiutato molte persone a perdere grasso ostinato, ma per altri è stato – letteralmente – un dolore nel sedere.

Sembra che il keto stia dando a tonnellate di persone a dieta frequenti attacchi di diarrea.

Tutto si riduce all’intestino

Secondo gli esperti di salute, il tuo sistema gastrointestinale (GI) può subire un duro colpo quando cambi il modo in cui mangi.

“Ogni volta che elimini determinati gruppi di alimenti dalla tua dieta, si verificherà uno squilibrio” , ha detto a Healthline Callie Exas, nutrizionista e comproprietario di The Wellthy Plate . “Il nostro microbioma intestinale si nutre di acidi grassi a catena corta che si trovano in cereali, frutta e verdura, che sono limitati nella dieta cheto”.

Di conseguenza, alcune persone avvertono sintomi negativi come nausea e affaticamento – noto anche come “influenza cheto” – per un paio di settimane mentre i loro microbiomi intestinali si adattano al piano alimentare.

Altri, tuttavia, continuano a soffrire di problemi di pancia durante la dieta.

Il grasso richiede un po’ di lavoro per essere scomposto dal corpo e alcune persone semplicemente non sono abituate a metabolizzare la quantità di grasso inclusa nella dieta chetogenica.

I loro corpi non sono in grado di utilizzare tutto il grasso che stanno mangiando, quindi cercano di espellerlo. Quindi, le corse.

“Quando si consumano troppi grassi, il corpo non riesce a tenere il passo con la scomposizione e l’assorbimento. Quando il grasso non assorbito entra nell’intestino tenue e nel colon, viene aspirata più acqua per aiutarne il passaggio, con conseguente diarrea acquosa”, ha spiegato Exas.

Per queste persone sfortunate, è probabile che la diarrea chetogenica sia un effetto collaterale permanente della dieta.

Un altro colpevole: i dolcificanti artificiali

Anche i dolcificanti artificiali, come sorbitolo, maltitolo e xilitolo, possono essere la causa, dicono alcuni dietologi.

Molte persone che partecipano alla dieta keto optano per questi zuccheri non nutritivi nel tentativo di limitare i carboidrati, ma poiché gli alcoli di zucchero non vengono assorbiti efficacemente nell’intestino, spesso raggiungono l’intestino crasso non digeriti.

Quando ciò accade, tendono ad avere uno sgradevole effetto lassativo.

RISORSE SANITARIE
TRANSFORM: Equità sanitaria

In collaborazione con VolunteerMatch, Healthline sta lanciando Transform Today, uno strumento di ricerca locale in cui puoi trovare opportunità per combattere le disuguaglianze di salute nella tua comunità, oggi.

PER SAPERNE DI PIÙ

I sintomi non si limitano alla diarrea

Come se la diarrea persistente non fosse abbastanza grave, alcuni partecipanti sperimentano anche crampi dolorosi, gonfiore e costipazione a causa della mancanza di fibre nella dieta cheto.

“Una delle maggiori sfide per molte persone che seguono la dieta chetogenica è la stitichezza. Senza una fibra adeguata, il tratto gastrointestinale può subire un brusco arresto”, ha affermato Suzanne Dixon, dietista registrata presso il The Mesothelioma Center di Portland, in Oregon.

La fibra è fondamentale per la motilità e la funzione intestinale, quindi quando la fibra è limitata, come nella dieta cheto, aumenta il disagio digestivo.

Ricevi la nostra email settimanale sulla salute del cuore

Per aiutarti a prenderti cura del tuo cuore, ti invieremo una guida sulla gestione della pressione alta, del colesterolo, dell’alimentazione e altro ancora.

Come puoi rimettere le cose in carreggiata?

Se ti senti sostenuto, potresti presumere che un integratore di fibre riequilibri le cose, ma molti nutrizionisti sconsigliano di farlo.

“Molti integratori di fibre contengono troppi grammi di carboidrati. Se non si tiene conto attentamente di questi carboidrati extra negli integratori di fibre, si può impedire alla persona di raggiungere e mantenere la chetosi completa, che è l’obiettivo della dieta”, ha spiegato Dixon.

Piuttosto, aumenta l’assunzione di fibre con noci, semi, verdure a foglia verde e verdure crocifere.

Fai attenzione a quanti latticini stai consumando. È noto che i latticini causano disturbi gastrointestinali, quindi prova a rimuovere la panna e il formaggio dalla tua dieta per vedere se funziona.

Inoltre, mentre i lassativi e i farmaci antidiarroici possono calmare l’intestino per un po’, alla fine non risolveranno il problema. Potrebbero persino disturbare il microbioma intestinale e il sistema digestivo, causando ulteriori infiammazioni e problemi gastrointestinali.

Alcuni dietologi raccomandano di seguire la dieta chetogenica. Ognuno ha una diversa tolleranza ai grassi, quindi gioca con cibi diversi finché non trovi qualcosa che funzioni per te.

Infine, resta idratato. In generale, le persone che seguono la dieta keto devono consumare più acqua ed elettroliti per evitare la disidratazione.

Se soffri di diarrea chetonica, corri un rischio ancora maggiore di disidratarti. Per non parlare del fatto che perdi meno peso quando sei disidratato, poiché il tuo corpo deve lavorare di più per bruciare i grassi.

Trova quello che fa per te

Se provi a fare questi aggiustamenti e continui a riscontrare problemi di pancia, potrebbe essere il momento di smettere con la dieta cheto.

La diarrea cronica può portare a complicazioni di salute, come carenze vitaminiche, deterioramento muscolare e squilibrio elettrolitico.

“Se qualcuno soffre di diarrea chetonica che non si risolve con il tempo man mano che il suo corpo si “adatta” alla dieta, consiglierei loro di interrompere la dieta. Semplicemente non vale il rischio per la salute a breve e lungo termine”, ha consigliato Dixon.

In generale, è intelligente consultare il proprio medico ogni volta che si modificano le proprie abitudini alimentari.

Possono identificare eventuali problemi di salute sottostanti, intolleranze alimentari o allergie e aiutarti a capire un piano alimentare che funzioni meglio per te e il tuo stomaco.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Quali sono i vantaggi di bere acqua calda?

I batteri intestinali ti dicono quando tu o loro sei pieno

Torna su
close

Log In

Forgot password?

Forgot password?

Enter your account data and we will send you a link to reset your password.

Your password reset link appears to be invalid or expired.

Log in

Privacy Policy

To use social login you have to agree with the storage and handling of your data by this website.

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.