in

Quali sono le cause del disagio allo stomaco?

Il disagio allo stomaco può essere causato da una varietà di condizioni di salute. Alcuni colpevoli comuni includono indigestione, malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) e celiachia, che è caratterizzata da intolleranza al glutine. Alcuni farmaci possono anche causare disagio allo stomaco.

Alcune condizioni possono causare disagio allo stomaco ricorrente. Se si verifica un lieve disagio allo stomaco, è importante tenere traccia dei trigger per aiutare il medico ad arrivare alla diagnosi corretta.

Indigestione

L’indigestione, chiamata anche dispepsia, provoca un lieve disagio allo stomaco nella zona superiore dell’addome. Non è considerata una malattia ma piuttosto una raccolta di sintomi che inizia dopo un pasto.

Quanto è comune l’indigestione?

Circa il 25% delle persone negli Stati Uniti sperimenta indigestione ogni anno.

Questa condizione è per lo più causata dal mangiare troppo in una volta o dal mangiare troppo velocemente. Gli alimenti che possono aumentare il rischio di indigestione includono cibi piccanti, grassi o grassi. Altre potenziali cause includono:

  • Sensazione di stress
  • Bere troppo alcol, caffè o bevande gassate
  • Mangiare cibi che contengono troppo acido, come pomodori e arance
  • Affumicatura
  • Assunzione di alcuni farmaci, come alcuni antibiotici e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

Il disagio allo stomaco in indigestione è causato da una maggiore sensibilità del rivestimento del sistema digestivo all’acidità o allo stretching. In alcuni casi, l’acido dello stomaco può abbattere il rivestimento e causare irritazione e infiammazione.

Il trattamento per l’indigestione in genere comporta farmaci e il cambiamento delle abitudini alimentari problematiche, come evitare cibi trigger, mangiare pasti più piccoli più frequentemente durante il giorno e ridurre l’assunzione di alcol e caffeina. Gli antiacidi possono anche aiutare.

GERD

GERD porta a sintomi come bruciore di stomaco, dolore toracico e mal di stomaco. Si verifica quando il muscolo alla fine dell’esofago, chiamato sfintere esofageo inferiore, non si chiude correttamente. Ciò consente all’acido dello stomaco e al cibo che mangi di risalire l’esofago, che collega la gola allo stomaco.

I fattori che possono influenzare lo sfintere esofageo inferiore e portare a GERD includono:

  • Essere in sovrappeso o avere obesità
  • Essere incinta
  • Fumare o inalare fumo passivo

Il trattamento per GERD in genere include cambiamenti nello stile di vita. Ciò include perdere peso, evitare cibi trigger e mangiare pasti più piccoli. Mantenere la testa sollevata quando ci si sdraia ed evitare di sdraiarsi dopo aver mangiato può anche aiutare.

I farmaci possono aiutare con i sintomi, compresi antiacidi e farmaci come i bloccanti H2 e gli inibitori della pompa protonica che riducono la quantità di acido prodotto dallo stomaco. Gli antiacidi sono disponibili da banco (OTC), mentre i bloccanti H2 e gli inibitori della pompa protonica sono disponibili sia OTC che come prescrizioni.

Intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio si verifica perché l’intestino tenue non ha abbastanza dell’enzima digestivo lattasi per aiutare ad abbattere e digerire gli zuccheri del latte, che sono noti come lattosio.

Quando il tuo corpo non ha abbastanza lattasi, il lattosio nel cibo si fa strada nel colon, l’intestino crasso, dove i batteri iniziano a fermentare e ad abbatterlo. Questo è ciò che causa disagio allo stomaco e altri sintomi come gonfiore e gas.

Il trattamento principale per l’intolleranza al lattosio è quello di evitare prodotti lattiero-caseari come latte e prodotti lattiero-caseari. Alcune persone potrebbero aver solo bisogno di limitare la quantità di lattosio che mangiano o bevono, mentre altri potrebbero aver bisogno di evitare del tutto il lattosio.

Attenzione ai latticini nascosti negli alimenti confezionati

Il lattosio può nascondersi in alimenti come burro, prodotti da forno, cereali e alimenti trasformati che sono pastellati, come ali di pollo e dita di pollo.

Puoi anche prendere compresse di lattasi prima di mangiare o bere prodotti lattiero-caseari o aggiungere gocce di lattasi al latte prima di berlo. La lattasi rompe il lattosio negli alimenti e nelle bevande, riducendo le probabilità di avere sintomi di intolleranza al lattosio. Tuttavia, i bambini piccoli e le persone incinte potrebbero non essere in grado di utilizzare i prodotti a base di lattasi. Verificare con il proprio medico prima di provarli.

Effetti collaterali dei farmaci

Alcuni farmaci orali possono irritare varie parti del tratto gastrointestinale e causare disagio allo stomaco. Se i farmaci rimangono bloccati nell’esofago o non si fanno strada verso lo stomaco, possono rilasciare sostanze chimiche e causare irritazione. Alcuni farmaci possono ostacolare il modo in cui opera il muscolo sfintere esofageo inferiore.

Una classe comune di farmaci associati al disagio allo stomaco sono i FANS. Ciò include farmaci come l’ibuprofene e altri antidolorifici comuni. Questi farmaci indeboliscono la capacità del rivestimento di resistere all’acido prodotto nello stomaco e talvolta possono portare a infiammazione del rivestimento dello stomaco (gastrite), ulcere, sanguinamento o persino perforazione del rivestimento.

Le persone con un’intolleranza alimentare, come l’intolleranza al glutine, devono essere sicure che i farmaci non contengano riempitivi o additivi con queste sostanze.

Con alcuni farmaci, il disagio allo stomaco si allevierà una volta che il corpo si abitua ad esso. Con altri, se il disagio è troppo da affrontare, i medici in genere suggeriscono di provare un nuovo farmaco o di assumere farmaci OTC che possono aiutare ad alleviare i sintomi.

Per evitare che questi farmaci irritino lo stomaco:

  • Prendere compresse rivestite.
  • Non bere bevande alcoliche durante l’assunzione di questi medicinali.
  • Prendere medicine con il cibo o un bicchiere pieno di latte o acqua.

Intolleranza al glutine

L’intolleranza al glutine si verifica quando il corpo non può digerire o abbattere il glutine. Il glutine è una proteina che può essere trovata in grano, orzo, segale e altri cereali.

Gli studi hanno dimostrato che l’intolleranza al glutine deriva da una debole barriera intestinale. Quando qualcuno con una barriera debole consuma glutine, viene attivata una risposta immunitaria infiammatoria, che porta a sintomi come gonfiore, dolore, crampi, mal di testa e affaticamento.

Esiste una grave forma di intolleranza al glutine chiamata celiachia. È una malattia autoimmune in cui mangiare glutine porta a infiammazione e danni all’intestino tenue nel tempo.

Il trattamento per l’intolleranza al glutine e la celiachia di solito comporta l’evitare cibi con glutine e seguire una dieta priva di glutine.

Disturbi della tiroide

La tiroide è una ghiandola che produce ormoni per aiutare la funzione del corpo. Quando la tiroide non funziona come dovrebbe, si verifica un disturbo della tiroide.

Può diventare iperattivo o sottoattivo. L’ipotiroidismo è quando la tiroide non crea abbastanza ormoni e l’ipertiroidismo si verifica quando la tiroide produce troppo di un ormone specifico noto come tiroxina.

Esistono molti tipi diversi di disturbi della tiroide, tra cui:

  • Tiroidite, che è l’infiammazione della ghiandola tiroidea
  • Malattia di Hashimoto, una malattia autoimmune in cui il corpo attacca la ghiandola tiroidea
  • Morbo di Graves, una malattia autoimmune che causa una sovrapproduzione di ormone tiroideo
  • Noduli
  • Iodio eccessivo o carenza di iodio

La ricerca ha dimostrato che i disturbi della tiroide e i problemi gastrointestinali spesso vanno di pari passo.

Per trattare i problemi di stomaco causati da disturbi della tiroide, il disturbo che lo sta causando deve essere trattato. Nel caso in cui i farmaci per disturbi della tiroide stiano causando problemi di stomaco, possono essere esplorate altre forme di trattamento.

Quando vedere un medico

Il mal di stomaco a volte può essere un’emergenza. Per determinare se è necessario consultare immediatamente un medico, prendere nota dei sintomi e monitorarli. Se il dolore diventa grave, noti lividi, sei incinta o hai recentemente subito un intervento chirurgico, dovresti consultare immediatamente il medico.

Domande frequenti

Perché ho mal di stomaco dopo aver mangiato?

Alcuni alimenti possono scatenare un mal di stomaco, come cibi grassi o grassi, latticini o alimenti che contengono glutine. Se non sei sicuro di cosa stia causando il tuo mal di stomaco, parla con il tuo medico di una dieta di eliminazione per capire quale cibo lo sta innescando.

Come faccio a sapere se il mio mal di stomaco è grave?

Il mal di stomaco è di solito innocuo, ma può essere un segno di un grave problema di salute. Se il dolore persiste per più di qualche giorno, peggiora nel tempo o è grave, è necessario consultare immediatamente un medico. Condizioni come l’appendicite si presentano con mal di stomaco e possono essere pericolose per la vita se non trattate.

Cosa posso prendere per sbarazzarmi del disagio allo stomaco?

La causa del tuo disagio allo stomaco determinerà cosa puoi prendere per alleviarlo. In caso di indigestione, viene tipicamente utilizzato un antiacido OTC. Prima di auto-trattamento, dovresti consultare un medico per una diagnosi corretta.

Perché il mio stomaco mi infastidisce quando mi sdraio?

Il disagio allo stomaco può spesso verificarsi se ci si sdraia troppo presto dopo aver mangiato. Per evitare questo, puoi mangiare pasti più piccoli ed evitare di sdraiarti per almeno due ore dopo un pasto.

Sommario

Il disagio allo stomaco ha molte cause diverse, tra cui indigestione, GERD, intolleranza al glutine, intolleranza al lattosio e disturbi della tiroide. Alcuni farmaci come i FANS possono anche causare una sensazione di disagio nello stomaco. Il modo migliore per trattare questo disagio è identificare e trattare la causa sottostante.

Una parola da Verywell

Il disagio allo stomaco può essere difficile da affrontare, ma per fortuna un’ampia varietà di opzioni di trattamento sono disponibili per aiutare. Il disagio allo stomaco può essere causato da diverse condizioni, da qualcosa di semplice come l’indigestione a condizioni più gravi come i disturbi della tiroide. Pertanto, il modo migliore per affrontare il disagio allo stomaco è fissare un appuntamento con il medico per determinare la causa sottostante. Una volta determinato, è possibile iniziare il trattamento necessario per alleviare il disagio allo stomaco.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Quali sono le cause del dolore addominale superiore?

Sintomi di colite