in

Cosa fare in caso di diarrea dei viaggiatori

La diarrea del viaggiatore (TD) può trasformare un viaggio in un incubo; fortunatamente, sono disponibili opzioni di trattamento. Ecco una panoramica dei sintomi della diarrea dei viaggiatori, con una discussione approfondita delle opzioni di trattamento disponibili, in modo che tu possa sapere cosa devi fare per prenderti cura di te stesso.

La diarrea dei viaggiatori è generalmente causata da agenti patogeni presenti nel cibo e nell’acqua. I batteri sono i colpevoli più probabili, insieme a virus e parassiti. La tua più grande difesa contro la diarrea dei viaggiatori è la prevenzione, quindi assicurati di osservare una stretta aderenza alle pratiche di sicurezza di cibo e bevande.

Sintomi

I sintomi della diarrea dei viaggiatori di solito si manifestano per diversi giorni durante il viaggio, anche se in alcuni casi possono essere necessarie due settimane prima che la malattia si manifesti. I sintomi variano a seconda della natura del microrganismo responsabile. Ecco i sintomi più comuni della diarrea dei viaggiatori:

  • Diarrea improvvisa, esplosiva e acquosa
  • Crampi addominali
  • Nausea e vomito
  • Eruttazione
  • Gonfiore
  • I casi più gravi di diarrea dei viaggiatori possono comportare febbre e sangue nelle feci.

Rivolgiti a un medico se i tuoi sintomi sono accompagnati da febbre o feci sanguinolente o durano più di 48 ore. La maggior parte dei casi di diarrea dei viaggiatori dura da uno a cinque giorni, tuttavia i sintomi possono persistere per diverse settimane.

Trattamento

Ammalarsi mentre si è lontani da casa è molto più che scomodo; l’insorgenza improvvisa e la gravità dei sintomi possono essere spaventose. In momenti come questo, l’informazione è essenziale. Ecco le principali opzioni di trattamento per la diarrea dei viaggiatori.

Sostituzione del fluido

La tua prima linea di difesa è l’idratazione. Per i casi lievi di diarrea dei viaggiatori, andranno bene tutti i liquidi sicuri, come acqua bollita, brodo o succo di frutta preconfezionato (non di agrumi).

Anche le bevande sportive come Gatorade sono buone, ma per una grave disidratazione, una soluzione di reidratazione orale è l’opzione preferita. Puoi acquistare prodotti per la reidratazione orale nella maggior parte delle farmacie, assicurati solo di mescolarli con acqua pulita e sicura. Per i bambini, Pedialyte è una buona opzione.

Antibiotici

Secondo UpToDate per quanto riguarda l’uso di antibiotici come trattamento per la diarrea dei viaggiatori:

“Quando gli antibiotici sono indicati, la terapia con un antibiotico chinolonico può essere iniziata dopo l’inizio della diarrea. Più comunemente, la ciprofloxacina (500 mg due volte al giorno) viene somministrata per uno o due giorni, sebbene uno qualsiasi dei chinoloni più recenti, una volta al giorno, dovrebbe essere efficace. I chinoloni non sono approvati per l’uso in donne in gravidanza o bambini.

“L’azitromicina può avere un ruolo particolare nel trattamento della diarrea dei viaggiatori nel sud-est asiatico, dove … il Campylobacter jejuni resistente ai chinoloni è una causa comune.

“La rifaximina (200 mg tre volte al giorno per tre giorni) è una rifamicina non assorbita che si è dimostrata efficace nel trattamento del TD causato da ceppi non invasivi di E. coli. Sta suscitando un interesse crescente a causa delle preoccupazioni sulla resistenza ai chinoloni”.

Inoltre, secondo UpToDate il subsalicilato di bismuto (che si trova in prodotti come Pepto-Bismol) è un’altra opzione. Tuttavia, per essere efficaci, devono essere prese dosi elevate, correndo così il rischio di una condizione di salute chiamata tossicità da salicilato.

Poiché ciò può causare sintomi gravi che interessano i sistemi respiratorio, gastrointestinale, cardiovascolare e nervoso, nonché le orecchie, il naso e la gola, scegli questa opzione solo su consiglio di un medico che è informato su quali altri farmaci stai assumendo. (Per ulteriori informazioni sulla tossicità del salicilato, vedere Sovradosaggio di salicilato di sodio).

Agenti antidiarroici

Potrebbe sembrare logico cercare un prodotto antidiarroico come la loperamide (Imodium) o il difenossilato (Lomotil). Tuttavia, questi prodotti non devono essere utilizzati se la causa dei sintomi è la dissenteria o se si notano segni di sangue nelle feci.

Un agente antidiarroico deve essere assunto solo se le è stato prescritto un antibiotico. Quando si utilizza un antidiarroico per la diarrea del viaggiatore, è particolarmente importante mantenersi ben idratati. Interrompere il prodotto se i sintomi peggiorano o se si verificano ancora diarrea dopo due giorni.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Cosa devi sapere su Lomotil (atropina e difenossilato)

Rimedi omeopatici per la diarrea