in

Cosa sapere su un’allergia alla cipolla

Quando una persona è allergica alle cipolle, il suo sistema immunitario reagisce come se le cipolle fossero una sostanza pericolosa. Il risultato sono sintomi allergici che possono essere gravi, come vomito, prurito, gonfiore e difficoltà respiratorie.

Poiché le cipolle sono un ingrediente comunemente usato negli alimenti, possono essere difficili da evitare, quindi è importante che le persone siano consapevoli se sono allergiche.

Le cipolle fanno parte della famiglia degli allium, un gruppo di piante che comprende cipolle, aglio, porri, scalogno, erba cipollina e scalogno.

Questo articolo esplorerà i sintomi che i nutrizionisti associano a un’allergia alla cipolla, nonché come diagnosticare e trattarla.

Sintomi

Se il cibo viene a contatto con le cipolle, può scatenare una reazione allergica.

Se una persona è allergica alle cipolle, i sintomi possono comparire fino a 2 ore dopo l’ingestione.

I sintomi di un’allergia alla cipolla possono includere:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • mal di testa
  • prurito
  • orticaria o eruzione cutanea
  • gonfiore del viso, delle labbra o della gola
  • problemi di respirazione
  • mal di stomaco
  • tosse o respiro sibilante
  • sensazione di formicolio in bocca
  • svenimenti o vertigini
  • anafilassi, sebbene estremamente rara

Allergia contro sensibilità 

La principale differenza tra un’allergia alimentare e una sensibilità alimentare è il sistema del corpo coinvolto.

Un’allergia alimentare coinvolge il sistema immunitario, mentre la sensibilità o intolleranza alimentare coinvolge il sistema digestivo.

Quando una persona è allergica alle cipolle, il suo corpo tratta la cipolla come un invasore. Il sistema immunitario rilascia anticorpi chiamati immunoglobuline E (IgE), che innescano reazioni allergiche.

Secondo l’ American Academy of Allergy, Asthma, and Immunology (AAAAI) , ogni volta che una persona è esposta al cibo, può verificarsi una reazione allergica.

I sintomi dell’allergia alimentare possono essere gravi e innescare uno shock anafilattico. Se una persona sta vivendo uno shock anafilattico, ha bisogno di cure mediche di emergenza.

I sintomi dello shock anafilattico possono includere:

  • orticaria
  • irrigidimento della gola
  • vomito
  • diarrea
  • battito cardiaco accelerato
  • svenimento
  • vertigini

Sensibilità alimentare

Una persona può sperimentare la sensibilità al cibo quando il corpo non è in grado di digerire determinati cibi.

Questo può portare a problemi digestivi come nausea, gonfiore, diarrea o gas.

Le persone sensibili alle cipolle possono avere problemi digestivi dopo averle consumate. Tuttavia, in alcuni casi, questi sintomi potrebbero non comparire fino a qualche ora dopo.

Una sensibilità alimentare può causare sintomi fastidiosi ma non è in pericolo di vita.

I sintomi della sensibilità alimentare possono essere correlati alla quantità di cibo offensivo che una persona mangia. Ad esempio, una piccola quantità di cipolla può non provocare sintomi o sintomi lievi, mentre mangiare una quantità maggiore di cipolla può causare sintomi più gravi.

Diagnosi 

Un medico o un allergologo può diagnosticare un’allergia alimentare con un esame del sangue, un test cutaneo o entrambi.

Un esame del sangue cercherà la quantità di alcuni anticorpi immunitari.

Durante un test cutaneo allergico, un operatore sanitario posiziona una piccola quantità di estratto di cibo liquido sulla pelle. Quindi useranno un piccolo strumento per pungere la pelle.

Se, dopo 15-20 minuti , compare una protuberanza in rilievo, è probabile che la persona sia sensibile a quel particolare alimento.

Trattamento

Sebbene non esista un trattamento per le allergie alimentari, le persone possono gestire le loro allergie nei seguenti modi:

Le persone allergiche alle cipolle dovrebbero evitarle del tutto.

La Food and Drug Administration (FDA) non richiede ai produttori di alimenti di elencare le cipolle come allergeni. Tuttavia, la FDA richiede che i produttori elencino gli ingredienti nei loro prodotti, quindi cercare le cipolle nell’elenco degli ingredienti può essere utile.

La contaminazione incrociata o l’inalazione del cibo può anche innescare una reazione allergica in alcune persone.

Ciò significa che una persona con un’allergia alla cipolla potrebbe dover evitare:

  • mangiare cibi che potrebbero avere ingredienti derivati ​​dalla cipolla, ad esempio, cipolla in polvere
  • qualsiasi alimento che potrebbe essere entrato in contatto con cipolle o prodotti a base di cipolla
  • stare con le persone mentre tagliano o cucinano cipolle
  • selezionando pasti in ristoranti che avrebbero potuto essere su attrezzature condivise o piatti con cipolle

L’ American College of Allergy, Asthma, and Immunology (ACAAI) raccomanda alle persone con allergie alimentari di indossare un braccialetto di allerta medica che elenca i loro fattori scatenanti di allergia.

L’ACAAI raccomanda inoltre alle persone a rischio di portare con sé un dispositivo autoiniettore di epinefrina, come un EpiPen.

Una persona dovrebbe portare con sé due dispositivi autoiniettori di epinefrina in caso di una grave reazione allergica.

Anche gli antistaminici possono aiutare. Questi possono alleviare i sintomi di lievi reazioni allergiche, come il prurito.

Altri allium

Se una persona è allergica alle cipolle, potrebbe scoprire che anche altri allium innescano una reazione.

Secondo un articolo del World Journal of Methodology , i medici chiamano questa reattività crociata. Gli anticorpi IgE possono riconoscere e legarsi a molecole allergeniche simili, provocando una risposta immunitaria e innescando una reazione allergica.

Un medico può identificare queste allergie durante i test.

Quando vedere un dottore 

I sintomi dell’allergia alimentare possono essere pericolosi per la vita.

Se una persona nota sintomi allergici, come gonfiore, difficoltà respiratorie, prurito e orticaria, deve cercare immediatamente cure di emergenza.

Se una persona pensa di avere problemi a digerire le cipolle, dovrebbe discuterne con un medico.

Non esiste una cura nota per un’allergia alla cipolla.

Tenere un diario alimentare ed eliminare determinati alimenti può aiutare una persona a identificare le intolleranze alimentari.

Sommario

Se una persona consuma una cipolla e inizia a sentirsi male, potrebbe essere allergica alla cipolla.

Poiché le allergie alla cipolla possono essere pericolose per la vita, è fondamentale che una persona parli con un medico se manifesta i sintomi di una reazione allergica.

Se una persona ha sintomi di shock anafilattico, dovrebbe cercare assistenza medica di emergenza.

Per evitare di sperimentare una reazione allergica, una persona può evitare le cipolle e fare attenzione quando acquista prodotti alimentari.

Gli antistaminici possono aiutare con sintomi lievi, ma è essenziale che una persona abbia su di sé dispositivi autoiniettori di epinefrina nel caso in cui si verifichino gravi reazioni allergiche.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Curcuma per IBS: funziona?

Cipro (ciprofloxacina)