in

5 alimenti che possono causare diarrea

Gli adulti sani possono avere la  diarrea  più volte all’anno, di solito senza sapere esattamente cosa abbia causato il problema. Molte persone potrebbero non rendersi conto che ci sono alcuni alimenti che causano la diarrea.

Le persone con malattia infiammatoria intestinale ( morbo di Crohn e colite ulcerosa ) possono avere una diarrea quasi costante quando la malattia è attiva e l’infiammazione è presente nel tratto intestinale.

Le persone con sindrome dell’intestino irritabile (IBS) , e in particolare coloro che hanno il tipo predominante di diarrea (IBS-D), possono anche scoprire che alcuni alimenti aggravano i sintomi e causano feci molli.

Per le persone che hanno sistemi digestivi molto sensibili, questi alimenti possono causare  un episodio di diarrea, anche senza altre malattie o condizioni di base. Se hai la diarrea, evitare gli alimenti elencati di seguito potrebbe essere utile per ridurre la gravità e per quanto tempo durano le feci molli.

latte

Il lattosio, lo zucchero che si trova naturalmente nel latte, può causare diarrea in alcune persone. Questa condizione è chiamata intolleranza al lattosio ed è molto comune nelle persone di età superiore ai 2 anni. 1

I sintomi dell’intolleranza al lattosio possono includere gas, diarrea, gonfiore , crampi, nausea e alitosi. Evitare i latticini è generalmente il modo per prevenire la diarrea causata dall’intolleranza al lattosio.

Esistono, tuttavia, prodotti da banco che possono aiutare con la digestione dello zucchero del latte. Ci sono anche prodotti lattiero-caseari che hanno già avuto il lattosio in esso già scomposto, il che lo rende più facile da digerire.

L’intolleranza al lattosio non è la stessa di una vera allergia al latte. Le persone con allergia al latte dovrebbero evitare tutti i prodotti lattiero-caseari, anche quelli privi di lattosio, perché non è lo zucchero nel latte che causa un’allergia, ma le proteine.

Peperoncino

I peperoncini sono un reato frequente, ma spesso non causano diarrea fino a diverse ore dopo essere stati mangiati. 2  A causa di questo ritardo, alcune persone potrebbero non stabilire la connessione.

C’è una sostanza chiamata capsaicina in alcuni tipi di peperoni (inclusi peperoni, peperoni jalapeño, peperoni di Caienna e alcuni peperoncini) che possono scatenare la diarrea . La capsaicina è anche usata negli unguenti che curano l’artrite .

È interessante notare che la caseina, che è una proteina presente nel latte, può ridurre l’effetto bruciante della capsaicina. A parte la capsaicina, alcune persone potrebbero scoprire che anche i semi e la buccia del peperone sono difficili da passare.

Caffeina

La caffeina accelera i sistemi del corpo, compresa la digestione. Alcune persone sono più sensibili alla caffeina di altre, ma troppa caffeina può portare alla diarrea.

Caffè, tè e soda sono luoghi comuni in cui trovare caffeina. Altre fonti di caffeina meno conosciute includono cioccolato, gomma e persino alcuni gusti di acqua in bottiglia.

Il caffè può indurre alcune persone ad avere un movimento intestinale, 3  ma si ritiene che questo sia meno correlato al contenuto di caffeina e più dalle altre sostanze contenute nel caffè.

Grasso artificiale

Olestra, un sostituto del grasso, è diventata famosa per la sua associazione con “perdita anale” e diarrea, problemi che le persone vorrebbero evitare. Olestra attraversa il corpo senza essere assorbita

Mentre la Food And Drug Administration ha concluso che gli effetti dell’olestra sono “rari” e “lievi”, le persone con apparati digerenti sensibili possono ancora provare diarrea dopo averla mangiata. 4

Olestra può essere trovata in molti prodotti (i più famosi patatine fritte), in particolare quelli commercializzati come “leggeri”, “a basso contenuto di grassi” o “senza grassi”.

Sostituti dello zucchero

I sostituti dello zucchero come il sorbitolo e il mannitolo possono essere trovati in una varietà di alimenti, dalle caramelle allo yogurt. Anche i cosiddetti cibi sani che sono spesso pubblicizzati come “senza zucchero” possono contenere questi additivi, quindi leggere le etichette nutrizionali sugli alimenti sarà la chiave per evitarli.

Molti di questi dolcificanti possono essere trovati anche in fonti naturali, come frutta e verdura. Gli alimenti che contengono questi tipi di zuccheri possono essere alti sulla scala FODMAP .

I FODMAP sono oligo-, di- e mono-saccaridi e polioli fermentabili, e limitarli può essere utile per alcune persone con problemi digestivi, in particolare l’ IBS . Causano gas e gonfiore perché non sono ben assorbiti dall’intestino.

Questi additivi alimentari fanno sì che l’acqua in eccesso venga aspirata nell’intestino, il che può causare un rilassamento delle feci. Inoltre, i batteri nell’intestino mangiano questi zuccheri e producono ancora più gas.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Perché le mie scoregge sono bagnate e come posso fermarle?

Alimenti da evitare in caso di diarrea