in

Attenzione: quei funghi selvatici che crescono nel tuo cortile potrebbero essere tossici

L’avvelenamento da funghi è reale e può causare insufficienza epatica

Sono meravigliosi sulla pizza e decadenti in zuppe e salse, ma se stai per cucinare con i funghi che hai raccolto tu stesso, procedi con cautela.

I raccoglitori dilettanti e i giardinieri del cortile dovrebbero essere in allerta per i funghi selvatici velenosi, che possono crescere accanto a varietà commestibili e non sono pericolosi al tatto. Ma consumarne anche un morso può essere dannoso.

E poiché alcune parti del paese hanno avuto una fine calda e fradicia dell’estate, potrebbe esserci un boom di funghi all’orizzonte, inclusa una grande fioritura di varietà velenose, afferma il medico di terapia intensiva Aanchal Kapoor, MD .

Quando i funghi selvatici sono pericolosi

Solo circa il 3%  delle varietà di funghi conosciute è velenoso ei sintomi dell’avvelenamento possono variare dal disagio gastrointestinale all’insufficienza epatica e alla morte, a seconda del tipo di tossina ingerita.

L’insufficienza epatica acuta da avvelenamento da funghi è relativamente meno comune, ma accade. E nella maggior parte dei casi, è perché un cacciatore di funghi dilettante o un cacciatore di funghi ha identificato erroneamente un fungo .

I funghi pericolosi più comuni sono quelli appartenenti al genere Amanita , in particolare Amanita phalloides, giustamente chiamati funghi “death cap”. Contengono composti tossici chiamati amatossine che danneggiano le cellule del fegato.

Questi funghi sono bianchi con cime a forma di ombrello e una tazza alla base del gambo. Non sembrano più pericolosi delle varietà da supermercato per un occhio inesperto e potrebbero effettivamente avere un buon sapore.

Nelle varietà meno velenose, i sintomi digestivi di avvelenamento da funghi si sviluppano da 20 minuti a quattro ore dopo l’ingestione e normalmente passano dopo che l’irritante è stato espulso. Ma nel caso dell’avvelenamento da Amanita , i sintomi iniziali potrebbero essere ritardati, dice il dottor Kapoor, di solito a partire da 6 a 24 ore dopo l’ingestione.

Segni di avvelenamento da funghi

Nausea, vomito, dolore addominale e diarrea sono i sintomi iniziali più comuni di avvelenamento da funghi, ma il dottor Kapoor dice che alcuni pazienti si presentano in ospedale con la pressione sanguigna bassa, una manifestazione di shock settico.

Nel caso dell’avvelenamento da funghi Amanita , i sintomi sono generalmente ritardati da 6 a 24 ore, periodo in cui le tossine sono state completamente assorbite. Dopo una fase iniziale di sintomi digestivi, il paziente può sembrare che si riprenda per due o tre giorni, seguito da una ricaduta con insufficienza epatica e renale, che potrebbe portare a massicce emorragie e morte.

I medici utilizzano test di laboratorio per confermare la presenza di avvelenamento da funghi, ma al momento non esiste un farmaco specifico per curarlo. Quindi i medici trattano i sintomi, iniziando con un’idratazione aggressiva con fluidi IV.

Il dottor Kapoor dice che esiste un farmaco sperimentale che si è dimostrato promettente nel bloccare le cellule del fegato dall’assorbimento del veleno. Si chiama silibinina, un estratto della pianta del cardo mariano, e sebbene non sia ancora approvato dalla FDA negli Stati Uniti, i medici potrebbero essere in grado di usarlo con un permesso speciale.

Mentre alcuni pazienti guariscono completamente dall’avvelenamento da funghi, altri richiedono un trapianto di fegato. Una piccola parte di quelli avvelenati dalle amatossine muore.

Sii un consumatore intelligente di funghi

Dato il rischio, è importante usare cautela quando si mangiano i funghi raccolti da te, da un amico o da chiunque non abbia una conoscenza approfondita dei funghi selvatici.

Il dottor Kapoor raccomanda alle persone di non consumare funghi selvatici che non siano stati identificati da un esperto. Anche lavare o cucinare funghi velenosi non li renderà meno pericolosi, quindi se c’è anche una domanda, buttala via. Meglio ancora, limitati ai funghi venduti nei negozi di alimentari e nei negozi specializzati.

Se sospetti che tu o qualcuno che conosci sia stato avvelenato dai funghi, consulta immediatamente un medico.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Tuo figlio dovrebbe restare a casa malato? Ecco come decidere

Primo farmaco a base di marijuana approvato per il trattamento di forme gravi di epilessia