in

8 consigli fondamentali per evitare la temuta influenza intestinale

Norovirus, o influenza intestinale, può davvero mettere il tuo corpo attraverso la suoneria. Ecco cosa consigliano gli esperti di malattie infettive per superare in astuzia i germi, rimanere in buona salute e recuperare rapidamente.

Ciao, insetto di stomaco

Incontra il nemico pubblico n. 1 dell’inverno: il norovirus, noto anche come una delle cause dell’influenza intestinale o del virus delle navi da crociera . Il norovirus è ovunque: responsabile di circa 20 milioni di malattie negli Stati Uniti ogni anno, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), è associato a più di due terzi dei focolai di gastroenterite (fondamentalmente infiammazione dello stomaco e dell’intestino, di solito a causa di infezione da virus o batteri). Il norovirus è responsabile di quasi la metà dei ricoveri correlati alla gastroenterite e dell’86% dei decessi. È il colpevole più comune delle infezioni allo stomaco dei bambini. (Qui ci sono alcuni chiari segni di ammalarsi che dovresti prestare attenzione.)

Puoi prendere il norovirus da una persona infetta, da una superficie contaminata o da cibo e acqua contaminati (allerta: si diffonde attraverso goccioline di materia fecale e vomito). Aggraverà lo stomaco e l’intestino, il che può causare dolore intenso e vomito e diarrea sgradevoli che ti manterranno entro un raggio di 3 metri da un bagno per circa un giorno o due. Tieni presente che anche se a volte le persone lo chiamano influenza intestinale, è un po ‘fuorviante. Il norovirus non è correlato all’influenza, che è un virus respiratorio che di solito non causa diarrea o vomito. Ciò significa che il tuo vaccino antinfluenzale annuale non proteggerà dal norovirus.

Spesso ammalarsi può essere inevitabile se si è esposti ai germi che causano la malattia. Ma questi suggerimenti possono aiutare a proteggere te e la tua famiglia (e aiutarti a riprenderti in sicurezza se ti ammali).

Conosci il tuo nemico

Si chiama virus delle navi da crociera per un motivo: il norovirus è così contagioso che può diffondersi a macchia d’olio, specialmente in un’area ristretta come una nave da crociera. “Quando le persone sono gravemente malate di norovirus, perdono fino a 1 miliardo di particelle virali in ogni grammo di feci”, afferma Robert Frenck , MD. un esperto di malattie infettive e professore nel dipartimento di pediatria del Cincinnati Children’s Hospital. “Abbiamo condotto studi che dimostrano che anche solo 1.000 particelle virali possono farti ammalare”.

Il norovirus è anche brillante in quanto i suoi effetti collaterali molto spiacevoli – diarrea, vomito – ti fanno diffondere ad altri, secondo Stephen Prescott , MD, presidente della Oklahoma Medical Research Foundation.

“L’opzione migliore per rimanere in buona salute, ovviamente, è quella di non essere esposti al norovirus in primo luogo”, ha detto sul sito web dell’OMRF . “Ma se tu o una persona cara vi ammalate, l’isolamento e il buon senso sono i modi migliori per fermare la diffusione.” Ecco 20 cose che il virus dell’influenza non vuole che tu sappia !

Usa acqua e sapone, non disinfettante per le mani

I disinfettanti per le mani a base di alcol possono fermare le infezioni batteriche e persino il raffreddore e alcuni ceppi influenzali sul loro cammino. Ma quando si tratta di norovirus, non fanno molto bene. Secondo il CDC, “I disinfettanti per le mani non sono efficaci quanto lavarsi le mani con acqua e sapone per rimuovere le particelle di norovirus”. Assicurati di conoscere le cose sorprendenti che non dovresti fare se hai l’influenza .

Riguarda la candeggina

Il norovirus è resistente e difficile da eliminare; la pulizia leggera non farà il trucco (il virus può sopravvivere ai detergenti delicati). Si consiglia una soluzione concentrata di ¼ di tazza di candeggina e 2 ¼ di tazza di acqua per superfici che potrebbero essere state schizzate da particelle virali (pavimenti in piastrelle, controsoffitti, lavandini, WC, ecc.). Per altre superfici utilizzare la stessa soluzione diluita con altri 9 bicchieri d’acqua. Lascia riposare la soluzione di candeggina per 10 minuti prima di asciugare. (Questa è la vera differenza tra il raffreddore e l’influenza .)

Non lavare i piatti a mano

Il norovirus può vivere più a lungo di quanto si pensi sulle superfici. Per questo motivo, accendi la lavastoviglie mentre sei malato, e anche nei giorni successivi invece di lavarli a mano. Carica la lavastoviglie, anche per bicchieri d’acqua o utensili che normalmente risciacqueresti nel lavandino. (Fai attenzione a questi 6 sintomi influenzali che non dovresti mai ignorare .)

Migliora la tua routine di lavanderia

Le lavatrici notoriamente ospitano materia fecale, secondo uno studio del 2015 pubblicato su Frontiers in Microbiology , il che significa che fare il bucato può effettivamente diffondere germi ad altri vestiti (e possibilmente alle persone).

Lava immediatamente i vestiti, gli asciugamani o le lenzuola che sono entrati in contatto con vomito o feci. Usa il ciclo dell’acqua più caldo possibile e candeggina se possibile. Quando un membro della famiglia sta combattendo attivamente contro il norovirus, potresti anche voler eseguire un ciclo vuoto con candeggina tra i lavaggi per pulire la macchina. (Scopri le 8 cose che potrebbero rovinare il tuo vaccino antinfluenzale .)

Pulisci quei punti meno evidenti

Certo, dovrai setacciare le piastrelle del tuo bagno, ma non trascurare tutti i piccoli luoghi con cui un membro della famiglia malato è stato probabilmente in contatto. (Ricorda, il norovirus ha un periodo di incubazione da uno a due giorni, il che significa che qualcuno può iniziare a diffondere i germi prima che abbiano effettivamente i sintomi). Poiché il virus può persistere su superfici dure per giorni, è importante pulire (con una soluzione di candeggina diluita) luoghi come le maniglie delle porte, le tastiere dei computer, i telecomandi e i telefoni. Segui questi 20 consigli di persone che non si ammalano mai .

Aggiorna il tuo tappeto

Il norovirus può vivere sui tappeti per settimane, secondo un rapporto della Cleveland Clinic, quindi se qualcuno vomita sul tuo tappeto, paga per averlo pulito professionalmente. Assicurati di smettere di fare questi errori quotidiani che aumentano il rischio di prendere un raffreddore .

Incubati

Una volta che i sintomi peggiori si placano, si è tentati di tornare al lavoro o rimandare i figli a scuola. Ma potresti ancora essere contagioso per alcuni giorni dopo aver iniziato a sentirti meglio, secondo la Mayo Clinic. Inizia una di queste 10 abitudini che i medici usano per evitare l’influenza o il raffreddore .

Bevi, bevi, bevi

Una volta che il bug ha preso piede, non c’è molto che puoi fare per rimuoverlo dal tuo sistema, a parte eliminare i sintomi. Rimanere idratati, tuttavia, è la chiave per evitare complicazioni come il ricovero in ospedale. Sorseggia acqua, bevande sportive o succhi per sostituire i liquidi e le vitamine ei minerali essenziali che il tuo corpo sta perdendo insieme a tutto quel vomito e cacca. La maggior parte delle persone sane che rimangono idratate iniziano a sentirsi meglio entro due o tre giorni. Evita questi  10 cibi che possono peggiorare il raffreddore o l’influenza .

Conta le tue benedizioni genetiche

Se sembra che tu abbia eluso il norovirus nonostante sia stato esposto ad esso, potresti aver vinto la lotteria genetica. “Circa il 20 per cento della popolazione generale è immune al norovirus, probabilmente perché manca un recettore sulla superficie intestinale per il legame del virus”, afferma il dott. Frenck. E dell’altro 80% delle persone che sono suscettibili, solo il 70% circa si ammalerà quando viene somministrato sperimentalmente il virus, dice. Quindi potrebbero esserci altri fattori ancora sconosciuti che influenzano se qualcuno si ammala o quanto grave si sviluppa un caso. Successivamente, ecco i 59 miti dilaganti sulla salute a cui devi smettere di credere.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

13 incredibili benefici per la salute della menta piperita

5 volte per evitare di prendere lassativi e 5 volte possono aiutare