in

Diarrea costante: 6 cause principali e come trattarla

La diarrea costante può essere causata da diversi fattori, i più frequenti sono virus e infezioni batteriche, uso prolungato di farmaci, allergie alimentari, problemi o malattie intestinali, che generalmente producono altri sintomi come disagio, dolore addominale, vertigini e vomito.

Il trattamento dipende dalla causa della condizione, tuttavia è importante che la disidratazione sia evitata in tutte le cause attraverso l’assunzione di liquidi o soluzioni di reidratazione orale. Esistono farmaci che possono aiutare a fermare la diarrea, tuttavia devono essere prescritti dal medico e puoi anche scegliere di usare rimedi casalinghi. Consulta alcuni rimedi casalinghi per la diarrea .

1. Virus, batteri e parassiti

Le infezioni da virus o batteri generalmente causano episodi di diarrea grave, accompagnati da sintomi quali nausea e vomito, mal di testa e dolori muscolari, febbre, brividi, perdita di appetito, perdita di peso e dolore addominale. Tuttavia, nelle infezioni parassitarie, questi sintomi richiedono più tempo per manifestarsi e durare più a lungo e possono causare diarrea costante.

Questi tipi di infezioni si verificano solitamente a causa dell’ingestione di acqua contaminata, pesce o carne crudi o poco cotti che sono infetti o per averli maneggiati con le mani sporche. Alcuni degli alimenti che vengono frequentemente infettati sono latte, carne, uova e verdure. Ulteriori informazioni su come identificare l’intossicazione alimentare.

Come trattare:  in caso di infezione virale, il trattamento consisterà nella prevenzione della disidratazione, attraverso l’assunzione di liquidi e soluzioni per reidratarsi. Nei casi più gravi possono essere necessari liquidi per via endovenosa.

Il trattamento dell’intossicazione alimentare da parassiti e batteri dipende dalla gravità dell’infezione, e sebbene sia possibile eseguire il trattamento a casa bevendo molti liquidi, evitando cibi con grassi, lattosio o caffeina, in molti casi è necessario consultare a un medico di base, pediatra o gastroenterologo per iniziare il trattamento con antibiotici e antiparassitari.

2. Uso a lungo termine di farmaci

Alcuni farmaci, come antibiotici, agenti antitumorali o antiacidi con magnesio possono causare diarrea. La diarrea prodotta dagli antibiotici è causata dal fatto che questi farmaci, oltre ad attaccare i batteri che causano la malattia, attaccano anche quelli buoni, distruggendo il microbiota intestinale e rendendo difficile la digestione. A seconda del tipo di medicinale, la diarrea può essere costante, soprattutto se deve essere assunta tutti i giorni per lungo tempo.

Come trattare : in caso di antibiotici, una buona soluzione per evitare o ridurre la diarrea è assumere un probiotico insieme al medicinale, che contiene batteri buoni per l’intestino che aiuteranno a ripristinare la flora intestinale. Ulteriori informazioni sui vantaggi dei probiotici. Nel caso degli antiacidi con magnesio, è consigliabile optare per quelli che contengono anche alluminio, che aiuterà a ridurre la diarrea.

3. Intolleranza al lattosio

Il lattosio è uno zucchero che si trova nel latte e nei suoi derivati. Alcune persone sono intolleranti a questo zucchero perché mancano o hanno una quantità insufficiente di un enzima chiamato lattasi, che è responsabile della scomposizione di questo zucchero in unità più semplici, in modo che possano essere assorbite in seguito. Per questo motivo, nei casi in cui i latticini vengono consumati frequentemente, è comune la diarrea costante. Scopri di più su come capire se sei intollerante al lattosio.

I bambini possono anche avere la diarrea quando ingeriscono lattosio, perché il sistema digestivo è ancora immaturo e non hanno una quantità sufficiente di lattasi per digerire correttamente il latte, quindi è importante che la madre che allatta riduca l’assunzione di latticini e non sostituire il latte materno con il latte vaccino, poiché quest’ultimo deve essere somministrato solo a partire da un anno di età. 

Come trattare : per evitare gli effetti gastrointestinali prodotti dal lattosio, è opportuno ridurre il consumo di latte e suoi derivati ​​oppure optare per quelli che non hanno lattosio nella loro composizione, in quanto sono stati degradati industrialmente in zuccheri più semplici. Esistono anche farmaci come il lattosil, che contengono questo enzima e possono essere assunti prima dei pasti.

4. Problemi intestinali

Le persone con problemi intestinali e malattie come il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, la celiachia o la sindrome dell’intestino irritabile, spesso soffrono di episodi di diarrea costante, nausea e vomito, principalmente quando vengono consumati cibi più forti o controindicati per queste condizioni.

Come trattare : molte di queste malattie non hanno cura e il trattamento generalmente consiste nell’alleviare i sintomi con farmaci per il dolore addominale, nausea e vomito, nonché la reidratazione orale.

Inoltre, a seconda del tipo di malattia, dovresti evitare cibi con caffeina, verdure crude e frutta con buccia, latticini, farina d’avena, cibi grassi e fritti, dolci o carne rossa, per esempio.

5. Allergie alimentari

L’allergia alimentare è una reazione esagerata del sistema immunitario a determinati alimenti come uova, latte, arachidi, grano, soia, pesce o crostacei, ad esempio, che possono manifestarsi in varie parti del corpo come la pelle, gli occhi o il naso e causare vomito. , dolore addominale e diarrea. È importante differenziare l’allergia alimentare dall’intolleranza alimentare, poiché l’allergia è una situazione più grave che può mettere a rischio la vita di una persona. Impara a identificare un’allergia alimentare.

Come trattare : il trattamento per l’allergia alimentare dipenderà dalla gravità dei sintomi, potendo utilizzare antistaminici come la Loratadina o corticosteroidi come il Betametasone. Nei casi più gravi, quando si verificano shock anafilattico e mancanza di respiro, può essere necessario fare un’iniezione di adrenalina e utilizzare una maschera per l’ossigeno per aiutare a riprendere la respirazione. Inoltre, quegli alimenti che causano allergie alimentari dovrebbero essere evitati.

6. Cancro intestinale

In generale, il cancro dell’intestino provoca frequenti diarrea sanguinolenta, associata a dolore alla pancia, affaticamento, perdita di peso senza una ragione apparente e anemia. Se i sintomi persistono per più di un mese, si consiglia di consultare un medico per indicare il miglior trattamento a seconda dello stadio della malattia. Ulteriori informazioni sui sintomi che possono indicare il cancro intestinale.

Come trattare : il trattamento per il cancro intestinale può essere eseguito con chirurgia, chemioterapia, radioterapia o immunoterapia, a seconda della posizione, delle dimensioni e dello sviluppo del tumore.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Medicinali per la diarrea nei bambini

8 principali effetti collaterali della pillola del giorno dopo