in

I problemi gastrointestinali causano calcoli renali?

Un esperto spiega una relazione complicata

Se hai mai avuto un calcolo renale , probabilmente ricordi abbastanza bene il disagio che la condizione porta. E se non ne hai mai avuto uno, probabilmente ne hai sentito parlare abbastanza da sapere che non vuoi farne parte. 

Ma è importante sapere quali condizioni potresti avere che possono causare la formazione di calcoli perché alcuni, come i problemi gastrointestinali, non sono quelli a cui pensi immediatamente quando pensi ai calcoli renali. 

Sì, cose dalla diarrea a diete anche specifiche possono portare allo sviluppo di calcoli renali, conseguenze dolorose di ciò che sta accadendo nel tuo intestino. Abbiamo parlato con l’urologo Smita De, MD, PhD , di questi collegamenti e di cosa puoi fare per proteggerti dallo sviluppo di calcoli. 

Diarrea e disidratazione

Per quanto spiacevole sia la diarrea, può diventare ancora più spiacevole nel causare calcoli renali grazie, soprattutto, alla disidratazione. “A seconda del tipo di diarrea e del motivo per cui hai la diarrea, può portare a calcoli renali”, afferma il dott. De. 

Generalmente, questo è un problema se il processo si protrae per un lungo periodo di tempo, ad esempio in caso di diarrea cronica. È improbabile, tuttavia, che i calcoli si verifichino da un breve attacco di diarrea come un’intossicazione alimentare, afferma il dott. De. 

Problemi di assorbimento

I pazienti che hanno subito un intervento di bypass gastrico e disturbi gastrointestinali come il morbo di Crohn possono anche essere soggetti a calcoli renali e ha a che fare con calcio e ossalato, afferma il dott. De. 

Mentre l’ossalato di calcio è il tipo più comune di calcoli renali e può formarsi a causa di una serie di problemi, come quando non si bevono abbastanza liquidi, i pazienti di Crohn e coloro che ricevono il bypass gastrico corrono un rischio maggiore di questi calcoli in parte a causa di problemi di assorbimento.

Questi pazienti non assorbono anche i grassi e quei grassi si legano al calcio nell’intestino. Normalmente, il calcio si lega a una molecola chiamata ossalato ma, dice il dottor De, poiché quel calcio è ora legato a quei grassi, c’è più ossalato che fluttua liberamente nell’intestino.

Quell’ossalato viene quindi assorbito nel tratto gastrointestinale ed escreto nelle urine. Quando i livelli di ossalato aumentano nelle urine del paziente, oltre ad altri cambiamenti nella composizione delle urine, quelle molecole di ossalato possono legarsi al calcio nelle urine, formando calcoli renali. 

“Questi pazienti lottano molto”, dice il dott. De, “ed è un peccato perché molti pazienti con bypass gastrico non sono a conoscenza di questo aumento del rischio. Quindi cercano di fare qualcosa di buono per se stessi, ma si ritrovano con questo altro problema “. 

L’effetto delle diete

Ciò che metti nell’intestino può anche avere un effetto sullo sviluppo di calcoli renali. I pazienti con calcoli renali dovrebbero discutere le raccomandazioni dietetiche specifiche con il proprio medico. Potrebbe essere necessario completare uno speciale test delle urine che identifichi fattori di rischio modificabili, inclusa la diminuzione dell’assunzione di sale.

Inoltre, informa il tuo medico se prendi integratori poiché molti comuni, come la vitamina C, possono aumentare il rischio di sviluppare calcoli.

Diete ad alto contenuto proteico

Mentre sono alla moda da alcuni anni, le diete ad alto contenuto proteico potrebbero anche metterti a maggior rischio di calcoli renali. Ad esempio, la dieta cheto è ricca di carne, il che significa che stai assumendo più proteine ​​animali. 

“Quell’alto contenuto di proteine ​​provoca un accumulo di acido urico nelle urine”, dice il dott. De. Quel livello di acido più elevato può, a sua volta, portare a calcoli renali. Il dottor De raccomanda una dieta che limiti l’assunzione giornaliera di proteine ​​animali e utilizzi porzioni standard di carne con una porzione delle dimensioni di un mazzo di carte da gioco.

Prevenzione

Sebbene ci siano questi rischi, il dottor De dice che ci sono modi per aumentare la prevenzione dei calcoli renali .

  • Rimani idratato. “Per i pazienti con calcoli renali, raccomandiamo almeno 2,5 litri di assunzione di liquidi al giorno”, dice.
  • Guarda il tuo apporto di proteine ​​animali.
  • Guarda la tua assunzione di sale. Troppo sodio nella dieta può aumentare la quantità di calcio nelle urine che può portare a calcoli renali.
  • Guarda l’assunzione di citrato. Limoni e lime hanno un sacco di acido citrico che può effettivamente aiutare a prevenire la formazione di calcoli e può persino sciogliere alcuni tipi di pietre.
  • Discutere la prevenzione dei calcoli renali con il proprio medico se si hanno condizioni note per essere associate a calcoli renali.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

7 cose strane che lo stress può fare al tuo corpo

Cosa mangiare, bere ed evitare quando si ha l’influenza allo stomaco