in

IBS: 5 consigli per controllare i sintomi durante il viaggio

Non devi limitare i viaggi con una pianificazione adeguata

Se hai la  sindrome dell’intestino irritabile (IBS) , viaggiare può presentare alcune sfide non così divertenti. I crampi, il gonfiore e altri sintomi icky di IBS possono rendere il viaggio in aereo o in veicolo stressante e stressante. Vai in aereo e sei soggetto alla mancanza di privacy e micro-alloggi di un gabinetto aereo. Vai in macchina e sei soggetto all’incertezza e alla discutibile pulizia della prossima sosta. Cambiare dalla routine, fusi orari potenzialmente diversi e mangiare cibi sconosciuti può creare la tempesta perfetta per peggiorare i sintomi dell’IBS.

Poiché molti iniziano a pianificare viaggi e avventure dopo una lunga quarantena indotta dal coronavirus, essere preparati a viaggiare con IBS può ridurre il rischio di una riacutizzazione, afferma il gastroenterologo Brian Kirsh, MD . Offre i seguenti suggerimenti per ridurre al minimo i sintomi.

1. Conosci i tuoi sintomi unici

L’IBS colpisce l’intestino crasso ei sintomi dell’IBS variano da persona a persona. Generalmente, la caratteristica unificante è il dolore addominale, ma potresti anche sperimentare:

  • Crampi nell’addome inferiore.
  • Gas eccessivo.
  • Gonfiore.
  • Movimenti intestinali duri o costipazione .
  • Intestino molle o diarrea.

“È importante  capire la tua condizione specifica  e sapere come e quando l’IBS ti colpisce”, dice il dottor Kirsh. È anche una buona idea controllare le proprie condizioni prima di partire. Nessuno vuole viaggiare nel bel mezzo di una fiammata.

2. Prepararsi a una possibile esacerbazione sulla strada

Con lo stress aggiuntivo del viaggio, è bene prepararsi per una fiammata durante la tua escursione in modo da poter “andare” quando sei in viaggio. Tieni a mente questi suggerimenti:

  • Se la diarrea è una possibilità, avere a portata di mano Imodium® o Lomotil®.
  • Prepara dei lassativi se la stitichezza è un fattore del tuo IBS.
  • Scarica un’app per il tuo smartphone o tablet che ti aiuti a localizzare i bagni in tutto il mondo, compresi quelli gratuiti come SitOrSquat® (l’app indica i bagni puliti come “seduti” e quelli meno puliti come “squat”) o Flush Toilet Finder, che ne elenca di più di 70.000 bagni pubblici. USA Rest Stops® è anche un ottimo strumento per localizzare le prossime aree di sosta se viaggi in auto. 

3. Considera dei modi semplici per rilassarti

Poiché l’ansia e lo stress sono spesso forti fattori scatenanti per l’IBS, semplicemente tenersi al corrente e concedere più tempo per fare i bagagli può alleviare alcuni dei suoi sintomi.

“Qualsiasi stress può eliminare il tuo tratto gastrointestinale. C’è sicuramente una connessione  cervello-intestino “, dice il dottor Kirsh. “Il tratto gastrointestinale è più connesso al cervello di qualsiasi altro sistema di organi.”

Quindi pianifica in anticipo. Prepara una lista di cose da portare prima del viaggio per assicurarti di aver preparato tutto ciò di cui hai bisogno. Inizia a fare le valigie e a prendere accordi per il viaggio, come l’imbarco di animali domestici, un giorno prima del necessario per darti tempo extra per la partenza. 

Usa semplici  tecniche di  riduzione dello stress per calmare i nervi prima di imbarcarti. Prova uno o più di questi:

  • Meditazione.
  • Respirazione profonda.
  • Immagini rilassanti.
  • Ascoltando la tua musica preferita.
  • Esercizio.

4. Attento a quello che mangi

Per alcune persone con IBS, il cibo non causa problemi. Ma se sei  sensibile a certi cibi , prendi in considerazione di mettere in valigia snack e cibi che sai di tollerare bene da tenere a portata di mano durante il viaggio. Ecco alcuni altri suggerimenti:

  • Sii risoluto quando mangi fuori . Se il glutine o il lattosio sono un problema per te, chiedi ogni volta se sono nel tuo pasto. Molti ristoranti ora offrono voci di menu senza glutine e senza lattosio. 
  • Evita la caffeina . Questo può peggiorare i sintomi.
  • Limita i latticini . Consuma latte e altri prodotti con lattosio con parsimonia.
  • Amplifica la fibra . Assicurati di assumere abbondanti fibre nella tua dieta per favorire il passaggio delle feci.
  • Rimani idratato. Bere tre o quattro bicchieri d’acqua al giorno.

5. Scegli una destinazione amichevole, se possibile

Anche se non molti stanno ancora viaggiando all’estero a causa del coronavirus, se sei in grado di scegliere dove andare, sii consapevole della tua destinazione e delle sue potenziali insidie.

Ad esempio, potresti voler evitare qualsiasi paese in cui cibo e acqua sono problematici. “Ottenere un’infezione allo stomaco può causare riacutizzazioni di IBS”, dice il dottor Kirsh.

Inoltre, non crearti problemi pianificando viaggi in cui dovrai camminare per lunghi periodi di tempo con accesso limitato a un bagno o viaggiare spesso in treno.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Il sambuco è davvero una cura efficace per raffreddore e influenza?

Tiroide ipoattiva: la tua è stata trattata troppo?