in

Cancro al rene: come l’immunoterapia può aiutarti

Rafforzare il sistema immunitario aiuta alcune persone a vivere più a lungo

La  capacità dell’immunoterapia di sbloccare e rafforzare le difese immunitarie del corpo è promettente per diversi tipi di cancro. Uno di questi è il cancro del rene o carcinoma a cellule renali.

“In vari modi, i farmaci immunoterapici consentono al sistema immunitario di un malato di cancro del rene di lavorare meglio per combattere il tumore”, afferma Brian Rini, MD, specialista in cancro genito-urinario. Ciò consente ad alcuni pazienti di vivere più a lungo.

Come funziona il tuo sistema immunitario

Le molecole, le cellule e gli organi del tuo sistema immunitario sono la prima linea di difesa del corpo contro infezioni e malattie.

In sostanza, il compito del tuo sistema immunitario è mantenerti in salute distinguendo le cellule normali da quelle estranee. Quando incontra cellule estranee, come batteri, virus o parassiti, il tuo sistema immunitario lancia un attacco.

Allo stesso tempo, le molecole chiave fungono da “checkpoint immunitari”, proteggendo i tessuti normali dai danni bloccando alcune molecole e attivandone altre.

Tuttavia, alcune cellule tumorali possono trovare soluzioni alternative, sfuggire alle difese immunitarie o nascondersi e sopravvivere, solo per presentarsi in seguito.

Come viene utilizzata l’immunoterapia

I trattamenti tradizionali contro il cancro si concentrano sull’uccisione delle cellule tumorali o sull’arresto della loro crescita, ma possono danneggiare inavvertitamente le cellule sane.

Pertanto, i ricercatori stanno esplorando diversi modi per sfruttare il sistema immunitario per riconoscere, combattere e distruggere meglio le cellule tumorali riducendo al minimo i danni ad altre cellule.

Ad esempio, hanno sviluppato e continuano a studiare diversi inibitori del checkpoint immunitario per il trattamento del cancro del rene. I ricercatori stanno anche studiando come aiutare il sistema immunitario a ricordare le cellule tumorali nel caso in cui tornino, afferma il dottor Rini.

Nel cancro del rene, l’immunoterapia è tipicamente combinata con trattamenti tradizionali come la chirurgia e la chemioterapia. Tuttavia, il trattamento di ogni paziente è personalizzato , a seconda dello stadio del cancro, della velocità con cui cresce e di altri fattori.

Potenziali effetti collaterali dell’immunoterapia

L’intensificazione dell’attività del sistema immunitario a volte può portare a infiammazioni negli organi normali.

“Di conseguenza, gli effetti collaterali più comuni dell’immunoterapia comprendono l’infiammazione sotto forma di eruzione cutanea, diarrea nell’intestino e funzionalità epatica anormale”, afferma il dott. Rini.

Altri effetti collaterali includono affaticamento; nausea e perdita di appetito; stipsi; e dolori articolari.

Il tuo team di cura del cancro controllerà eventuali effetti negativi dell’immunoterapia. “Di solito possiamo controllare gli effetti collaterali e generalmente iniziare con gli steroidi come primo passo”, dice.

Tuttavia, l’infiammazione a volte può diventare grave e persino pericolosa per la vita.

La via del futuro

“I regimi a base immunitaria diventeranno lo standard di cura per il cancro del rene e molte altre malattie nel prossimo futuro”, prevede il dott. Rini.

Lui e altri esperti di cancro al rene si aspettano che si sviluppi come il cardine del trattamento iniziale.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Con l’emicrania, vedo aure e macchie nere. Cosa aiuta?

Quali articoli di pronto soccorso devi mettere in valigia quando viaggi