in

Qualche alimento è sicuro? La Salmonella si presenta in posti sorprendenti

Come proteggersi dall’intossicazione alimentare

Pensi che l’intossicazione alimentare sia solo un rischio con pollo troppo rosa o uova alla diavola lasciate sul tavolo da picnic troppo a lungo? Si scopre che la salmonella, un tipo di batterio che può causare malattie di origine alimentare, può anche contaminare snack e cereali confezionati.

Questo è ciò che ha spinto a  ricordare i cracker Pepperidge Farm Goldfish ® preferiti dai bambini , i Ritz Crackers e i cereali Honey Smacks ® Kellogg’s . La lezione chiave: solo perché il cibo viene lavorato e inscatolato o insaccato per una lunga durata, ciò non lo rende privo di batteri.

“La sicurezza di questo alimento dipende dalla lavorazione utilizzata, dai batteri coinvolti e dal controllo di qualità nello stabilimento”, afferma il medico specializzato in malattie infettive  Alan Taege, MD . “Finora si sa poco di come, o anche se, la salmonella abbia contaminato alcuni alimenti confezionati. Potrebbe essersi verificato dopo la lavorazione, durante l’imballaggio. “

L’ingrediente incolpato dell’attuale paura è il siero di latte in polvere, un additivo utilizzato per aromatizzare. Sono stati richiamati anche una cena surgelata , panini svizzeri e una marca di pane perché contengono il siero di latte in polvere. E potrebbero esserci altri richiami in arrivo, afferma la Food and Drug Administration statunitense.

Alimenti che non avresti mai pensato potessero causare intossicazione alimentare

La Salmonella, i batteri comunemente presenti nell’intestino e nelle feci di persone e animali, causa circa 1,2 milioni di malattie e 450 decessi negli Stati Uniti all’anno, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. La maggior parte delle malattie è dovuta al consumo di cibo contaminato.

Il cibo può essere contaminato dalla salmonella quando viene a contatto con rifiuti animali o umani, anche in tracce. I batteri possono essere trovati in:

  • Manzo, pollo, maiale e tacchino – inclusi antipasti surgelati, torte in pentola e bocconcini di pollo.
  • Frutti di mare e crostacei.
  • Uova.
  • Prodotti lattiero-caseari a base di latte non pastorizzato, inclusi feta, brie e altri formaggi a pasta molle gelato e yogurt. (Il siero di latte in polvere è la forma secca di un sottoprodotto della produzione di formaggio.)
  • Frutta e succhi non pastorizzati.
  • Germogli.
  • Verdure.
  • Burro di noci.
  • Farina . (Questo è in parte il motivo per cui non dovresti mangiare pasta o pastella cruda. Non è solo una cosa a base di uova.)

Se questo elenco non fosse abbastanza ampio, qualsiasi alimento può contenere batteri che inducono malattie se viene toccato da un altro alimento contaminato o da superfici, utensili o mani sporche.

Salmonella o influenza intestinale?

Con quale probabilità potresti ammalarti mangiando questi cibi? Non è certo, dice il dottor Taege.

“Le persone molto giovani, le persone anziane e quelle con un sistema immunitario indebolito sono più suscettibili all’avvelenamento da salmonella”, dice. “Dipende anche dalla quantità di batteri consumati.”

I sintomi dell’avvelenamento da salmonella includono:

  • Diarrea.
  • Febbre.
  • Crampi addominali.
  • Nausea.
  • Vomito.

I sintomi possono manifestarsi da 12 ore a tre giorni dopo aver mangiato il cibo contaminato.

“È difficile distinguere l’ intossicazione alimentare da altri tipi di gastroenterite “, afferma il dottor Taege. “Contatta il tuo medico se hai sintomi. La maggior parte dei sintomi scompare da sola entro 4-7 giorni. Occasionalmente, i pazienti richiedono antibiotici se i sintomi persistono. “

Il miglior consiglio: mangia pulito

Se hai sintomi o sei vicino a qualcuno che ne soffre, tieni le mani pulite, soprattutto prima di metterle vicino alla bocca. La Salmonella sarà nelle feci della persona infetta e può diffondersi a causa di un’igiene impropria.

Inoltre, evita il cibo che viene richiamato e che si pensa sia contaminato. Anche se ne hai già mangiato un po ‘, distruggi quello che è rimasto.

“Gli alimenti coinvolti nei richiami di solito non sembrano sospetti o preoccupanti”, afferma il dottor Taege.

Non mangiare gli avanzi che hanno un aspetto o un odore anormali. E fai sempre attenzione ai cibi cotti in modo improprio.

“Il modo migliore per evitare l’avvelenamento da salmonella è usare una corretta igiene alimentare e cucinare e conservare adeguatamente il cibo”, afferma il dottor Taege.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Primo farmaco a base di marijuana approvato per il trattamento di forme gravi di epilessia

La verità sulla “stanchezza surrenale”