in

I medici rivelano le cose più bizzarre che i pazienti hanno ingoiato

Un’incredibile serie di oggetti ha trovato la sua strada lungo una gola umana. Ecco alcuni dei casi più strani e pericolosi.

Categoria 1: cose strane che i bambini hanno ingoiato

Quando si tratta di ingoiare cose che non dovrebbero, i bambini sono delinquenti comuni. “Neonati e bambini piccoli esplorano il mondo in molti modi, incluso mettendosi in bocca le cose”, dice Karthik Balakrishnan, MD, assistente professore di otorinolaringoiatria presso la Mayo Clinic. “Non sanno cosa dovrebbe entrare e cosa no, quindi le cose possono essere accidentalmente ingoiate.” Mentre bottoni e monete sono comuni, la sua pratica ha anche visto i bambini ingoiare scarpe Barbie, spille da balia, palloncini in lattice e parte di uno stampo per apparecchi acustici. I casi in cui i bambini ingeriscono più magneti sono particolarmente difficili perché i magneti che finiscono in punti diversi dell’intestino possono attrarsi l’un l’altro attraverso il tessuto, rendendo difficile la rimozione. Un bambino di otto anni ha ingoiato circa 30 pezzi di un set Magnetix che ha causato otto lacrime intestinali, secondoFilo interdentale . L’elenco degli oggetti che i bambini hanno ingoiato è così vario che il Boston Children’s Hospital ha eretto una mostra di cose strane che sono state rimosse dai bambini risalenti al 1918, secondo STAT News, che include una chiave di latta di sardine, un artiglio di pollo e un 1940 perno di rielezione per Franklin D. Roosevelt.

Categoria 2: batterie a bottone

Un oggetto in particolare è così pericoloso che merita una categoria a parte. “Per i bambini, ci preoccupiamo soprattutto delle batterie a bottone”, afferma Kevin Rodgers, MD, presidente dell’American Academy of Emergency Medicine. “I più recenti sono al litio con un voltaggio relativamente alto. Quando rimangono bloccati nell’esofago, possono causare ustioni significative e persino perforare l’esofago. ” Questo è stato il caso di un bambino di 3 anni i cui genitori hanno chiamato Poison Control quando ha ingoiato una batteria a bottone, provocando una procedura di emergenza, una degenza in ospedale e la necessità di mangiare attraverso un sondino nasogastrico per due settimane. Se si sospetta che un bambino abbia ingerito una batteria a bottone, recarsi immediatamente al pronto soccorso, poiché deve essere rimossa entro due ore. Ecco altre lezioni di vita reale dai centri antiveleni .

Categoria 3: adulti distratti

Gli adulti ben intenzionati possono anche finire con qualcosa di inaspettato nel loro esofago o nello stomaco. “Gli adulti spesso mettono oggetti in bocca mentre lavorano – spille da balia mentre cuciono, bulloni – e se vengono scossi potrebbero inalare accidentalmente”, afferma il dott. Rodgers. Mentre perni e viti sono comuni, altri oggetti ingeriti accidentalmente che i medici incontrano includono i pop-top sulle lattine di soda (possono cadere nella lattina ed essere ingeriti con la soda), apparecchi dentali come ponti o parziali e stuzzicadenti. Non perdere questi  segreti che il personale del pronto soccorso non ti dirà .

Categoria 4: problemi psichiatrici

Per alcuni adulti con determinati problemi psichiatrici o demenza, inghiottire oggetti strani può essere un evento ricorrente. “Sembra che abbiano solo bisogno di ingoiare le cose”, dice Troy Madsen, MD, professore associato presso la University of Utah School of Medicine. “Per loro, deglutire le cose si sente bene.” Il dottor Madsen ricorda il caso di un collega in cui un paziente con problemi psichiatrici disse di aver ingoiato una matita. Il dottore voleva confermare che il paziente avesse effettivamente ingoiato una matita, ma non era sicuro che sarebbe apparsa su una radiografia. Quindi, come prova, ha attaccato una matita alla schiena del paziente, ragionando che se la matita attaccata si presentava ma una matita ingerita no, il paziente in realtà non ingoiava una matita. Ma il paziente ha prontamente rimosso la matita con nastro adesivo e ha ingoiato anche quella, e la radiografia ha mostrato due matite che dovevano essere rimosse. Inoltre, il Dr. Rodgers ha visto pazienti ingoiare diversi oggetti strani: “Su una radiografia abbiamo visto un’intera gamma di oggetti metallici nel tratto gastrointestinale, comprese forchette e cucchiai”. Uno studio del 2010 inGastroenterologia clinica ed epatologia hanno riferito che al Rhode Island Hospital, 305 casi di “intervento medico per rimuovere corpi estranei intenzionalmente ingeriti” hanno coinvolto in gran parte pazienti a cui erano stati diagnosticati disturbi psichiatrici e sono costati più di 2 milioni di dollari.

Categoria 5: decisioni stupide da ubriachi

Bere è un’altra attività che può far uscire gli oggetti sbagliati. Uno studente di 18 anni dell’Università di Bournemouth in Inghilterra che non voleva che una notte di festa finisse, ha ingoiato la chiave della sua stanza per impedire agli amici di riportarlo al suo dormitorio, secondo Mental Floss ; gli è stato detto dai medici che alla fine la chiave sarebbe “riapparsa” senza intervento chirurgico. E Ram Chuttani, MD, gastroenterologo al Beth Israel Deaconess Medical Center, ha detto a NBC News che una volta ha rimosso una pallina da ping pong sbuffata da uno studente universitario intossicato che giocava a beer pong. Controlla le cose più fastidiose che i medici dicono ai loro pazienti .

Categoria 6: “pause” carcerarie

Altri gruppi di persone spesso curate per l’ingestione di corpi estranei sono quelli coinvolti nel traffico di droga e i detenuti, che molti medici vedono ingerire ripetutamente vari oggetti – penne, batterie – come un modo per ottenere una pausa dalla prigione per essere portati in ospedale . Il dottor Madsen ricorda un caso in cui un prigioniero ha ingoiato molle del letto così tante volte i chirurghi alla fine hanno stabilito che era più rischioso eseguire l’ennesimo intervento chirurgico piuttosto che lasciarli semplicemente dentro. Ecco ancora più segreti che il tuo chirurgo non ti sta dicendo .

Categoria 7: Semplicemente strano

Alcuni casi sfidano semplicemente la categorizzazione. Il dottor Madsen ha visto adulti ingerire pezzi di sandali e lampadari. Una piccola ondata di casi di ragazzi adolescenti che fraintendevano le indicazioni di Internet per le freccette di cerbottane fatte in casa ha portato a più casi di oggetti a forma di ago che sono stati inalati nelle vie aeree dei ragazzi, come riportato nel 2013 in Pediatria . Rodgers ricorda anche un esempio di perline del Mardi Gras ingoiate e aggiunge: “Ricordo un caso di diversi anni fa quando qualcuno ingoiò un boa di piume”. Non perdere queste storie di pronto soccorso che sono quasi troppo pazze per essere vere .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

7 chiari segni che potresti avere un intestino malsano

12 Segni silenziosi che il tuo microbioma potrebbe essere nei guai