in

Cosa sapere sul bere caffè in caso di problemi digestivi

Ogni prodotto editoriale viene selezionato in modo indipendente, anche se potremmo essere ricompensati o ricevere una commissione di affiliazione se acquisti qualcosa tramite i nostri link.

Fidati di noi, semplicemente non vale gli effetti collaterali

Per molte persone, ottenere una dose di caffè al mattino presto è una necessità. È una sveglia, una sferzata di energia e una deliziosa sorpresa in una tazza calda. Ancora meglio, bere caffè può portare benefici alla salute, può anche aiutare a  proteggere il tuo cervello dalla demenza . Controlla le cose buone e cattive che accadono al tuo corpo quando bevi caffè ogni giorno .

Anche se non c’è niente di sbagliato nel dare la priorità alla tua dose quotidiana di java, le persone con reflusso acido, malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), sindrome dell’intestino irritabile (IBS) o malattia infiammatoria intestinale (IBD) dovrebbero diffidare di quella tazza di Joe. “Normalmente suggeriamo di diminuire l’assunzione di caffè per quelli con reflusso acido o GERD”, afferma Leslie Langevin , RD, autore di The Anti-Inflammatory Kitchen Cookbook  e co-proprietario di Whole Health Nutrition, a Richmond, Vermont. “Questo perché la caffeina riduce la pressione intorno allo sfintere esofageo inferiore tra l’esofago e lo stomaco e di conseguenza i sintomi del reflusso possono aumentare. Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato che il caffè stesso non è sempre associato a un aumento dei sintomi di GERD. Quindi dico ai pazienti di saltare il caffè per alcune settimane, quindi aggiungerlo di nuovo e osservare i sintomi. “

Se l’acidità è ancora troppo per il tuo sistema digestivo, Langevin consiglia di passare al decaffeinato o di diluire il caffè normale con latte di mandorle, latte di cocco o latte magro, poiché “aumentare il calcio nella bevanda al caffè aiuta a ridurre l’acidità della bevanda ,” lei dice. “Il caffè freddo è anche un vantaggio se trovi che il caffè ti dà fastidio poiché ha un contenuto di acido inferiore rispetto al caffè preparato a caldo e prova un po ‘di decaffeinato per ridurre l’effetto della caffeina.”

Un’altra cosa: sorseggiare il caffè come prima cosa al mattino sabota il tuo ritmo circadiano , avvertono gli esperti della National Sleep Foundation: il tuo orologio interno rilascia l’ormone cortisolo quando ti svegli, facendoti sentire vigile ed energizzato. Tuttavia, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, la ricerca ha dimostrato che il consumo di caffè riduce effettivamente i livelli di cortisolo. Traduzione? Il più delle volte, quel tirarsi su di prima mattina si ritorcerà contro, facendoti sentire più assonnato. Prova invece a preparare una tazza di caffè nel momento migliore della giornata per bere un caffè .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

5 volte per evitare di prendere lassativi e 5 volte possono aiutare

Come un microbioma intestinale sano può aggiungere anni alla tua vita